Ucraina, liberati osservatori Osce. Continua l'offensiva contro i filorussi

Non si placa la tensione a Kiev. Dall'alba, le truppe sono in azione vicino a Kramatorsk

La situazione in Ucraina resta tesa. Sebenne siano stati rilasciati i sette osservatori Osce tenuti in ostaggio nel paese, ma non si placa la tensione a Kiev. La notizia della liberazione degli osservatori, tenuti in ostaggio dai separatisti russi dal 25 aprile scorso, è stata data dall’agenzia Itar-tass ma ancora non ha avuto una conferma ufficiale. Poco prima un’altra agenzia russa, l’Interfax, aveva diffuso la dichiarazione dell’autoproclamato sindaco di Sloviansk, Viacheslav Ponomariov, in cui veniva annunciato l’imminente liberazione. "Stanno tutti qui con me, sto parlando con loro e sto per liberarli", ha dichiarato sottolineando che la situazione a Slovianks è diventata pericolosa a seguito "dell’operazione anti-terrorismo" lanciata dalle forze ucraine. Una conferma è arrivata da Vladimir Lukin, l’emissario di Mosca inviato dal Cremlino nella città dell’Ucraina orientale proprio per negoziare la liberazione dei sei ispettori militari europei e de loro interprete. "Quelli che erano nella mia lista sono tutti liberi", ha detto. 

Intanto il governo ha fatto sapere che le operazioni militari contro i separatisti filorussi nell'est del Paese continuano e, dall'alba, le truppe sono in azione vicino a Kramatorsk. Le autorità ucraine hanno ripreso stamane l’offensiva volta a riprendere il controllo di Slaviansk, la città epicentro dell’insurrezione separatista filorussa, e di Kramatorsk, a una quindicina di chilometri di distanza. Lo ha confermato il ministro ucraino degli Interni, Arsen Avakov. Mosca e Washington nel frattempo si sono nuovamente rinfacciate la responsabilità delle violenze degli ultimi giorni, che ieri, giornata particolarmente tragica, che hanno causato la morte di 31 persone ad Odessa, porto sul Mar Nero, soffocate in un incendio appicato contro un edificio dove erano asserragliati gruppi filorussi. Il presidente americano Barack Obama e il cancelliere tedesco Angela Merkel, ricevuta ieri alla Casa Bianca, hanno minacciato la Russia di nuove sanzioni.

Commenti

lamwolf

Sab, 03/05/2014 - 10:48

Questa è la prova del fallimento della UE. Una unione che mai è stata tale noi servi e schiavi di una politica nordistica che come nell'emergenza umanitaria dei migranti se ne frega. Via dall'Europa insieme agli stati scettici che si stanno rendendo conto del fallimento totale compresa una moneta che ha solo impoverito milioni di famiglie in tutta Europa.

Ritratto di stock47

stock47

Sab, 03/05/2014 - 13:44

Come ho già avuto modo di commentare, gli ucraini cercano rogne in tutti i modi possibili e immaginabili, rischiando perfino una guerra. Dietro di loro ci si può scommettere che ci sono gli USA e i Bilderberg. Agiscono sempre nella stessa maniera, creano casini locali per avere poi modo d'intervenire o interferire e creare situazioni locali diverse e una loro infiltrazione più radicata che mano mano si estende. Gli USA, però, questa volta stanno giocando con il fuoco, la Russia non è una nazione qualsiasi, è una potenza mondiale fornita di armi nucleari a lunga gittata. Pensare di allargarsi continuando a spese altrui, in questo caso, può far finire le cose nel disastro totale per tutti, basta che a qualcuno saltino i nervi. Da cosa è dipesa tutta la faccenda Ucraina? Dal loro desiderio di entrare nell'Unione Europea, per di più in un momento di crisi profonda di tale unione, dove è più facile che si stia per sciogliere che per continuare ad andare avanti. Perciò che senso hanno avuto tutte le rivolte ucraine? Nessuno! L'unica spiegazione è che dietro tutto ciò ci siano gli USA, visto che sono loro continuamente ad intervenire e a interferire su faccende, diciamo, locali. Un conto è intervenire e interferire quando sono in ballo propri interessi nazionali ma farlo e scatenarli per far decrescere gli interessi altrui, è andare fuori dai limiti. Gli USA hanno iniziato un involuzione pericolosa, stanno diventando un pericolo per chiunque.

mila

Sab, 03/05/2014 - 18:26

Gli Ucraini devono combattere contro i filorussi perche' altrimenti il FMI internazionale non gli da' il prestito (che cmq non risolvera' tutti i loro problemi). Ma gli USA e i loro principali vassalli, i Tedeschi, se ne fregano degli Ucraini e delle vittime; devono impedire qualsiasi cooperazione commerciale tra Europa e Russia, e sara' ancora piu' facile schiavizzare un'Europa in miseria e costretta a dipendere dal gas americano (tra l'altro nocivo per l'ambiente).

Massimo25

Sab, 03/05/2014 - 18:39

Gia una volta si é tentato di portare Bush sul bnaco per crimini contro l'umanità per i morti causati in Iraq senza nessuna ragione,lui e Blair altro personaggi schifodso. dell'Aja e lui sa che in Svizzera non può mettere piede ora un altro soggetto nero e musulmano meriterebbe lo stesso trattamento insieme a un gran numero di governanti europei..i morti di Odessa li hanno loro sulle coscienze..criminali!!!

maricap

Sab, 03/05/2014 - 19:27

Certo gli USA hanno iniziato un involuzione pericolosa. essi infatti stanno diventando un pericolo per le teste di c..... come stock47 & C. - I filorussi, invece di portarsi la Russia in Ucraina,si trasferiscano loro. La Russia è il paese più vasto e più ricco. ma il meno popolato della zona. Per quanto riguarda i missili a lunga gittata, con testate nucleari, mai verranno usati. Sarebbe la fine per tutti. La Russia potrebbe venire impegnata in un conflitto convenzionale, dove avrebbe sicuramente la peggio. Ma questo il marpione lo sa, quindi un conto è spostare sui confini ucraini 40/50 mila uomini ben armati, un'altro sarebbe quello di attaccare pari forze NATO, che si trovassero schierate a difesa dell'integrità territoriale ucraina.

Massimo25

Sab, 03/05/2014 - 21:58

sono in Ucraina e ho visto in una TV privata scene agghiaccianti a Odessa...ma come fanno i giornali,i media a stare zitti e chiudere gli occhi davanti a questi crimini...state avvallando il ritorno di metodi nazisti.Hanno chiudo un gruppo di filo russi nella struttura dei sindacati di Odessa e chiuse tutte le uscite appiccato il fuoco 38 morti... Ma come fate a stare in silenzio a nome vedere..un gruppo di nazisti messi al potere a Kiev da USA e Europe con Nazi Merkel in testa e tutto quello che sanno dire é di applicare sanzioni alla Russia.Ho vergogna di appartenere a questa Europa che avvalla assassini di massa nel silenzio più assoluto....Dopo avere creato il caos a Kiev con il Nero Musulmano non sanno ammettere il gravissimo errore e avvallano stragi evidenti...Criminali!!!

Massimo25

Sab, 03/05/2014 - 21:58

sono in Ucraina e ho visto in una TV privata scene agghiaccianti a Odessa...ma come fanno i giornali,i media a stare zitti e chiudere gli occhi davanti a questi crimini...state avvallando il ritorno di metodi nazisti.Hanno chiudo un gruppo di filo russi nella struttura dei sindacati di Odessa e chiuse tutte le uscite appiccato il fuoco 38 morti... Ma come fate a stare in silenzio a nome vedere..un gruppo di nazisti messi al potere a Kiev da USA e Europe con Nazi Merkel in testa e tutto quello che sanno dire é di applicare sanzioni alla Russia.Ho vergogna di appartenere a questa Europa che avvalla assassini di massa nel silenzio più assoluto....Dopo avere creato il caos a Kiev con il Nero Musulmano non sanno ammettere il gravissimo errore e avvallano stragi evidenti...Criminali!!!

maricap

Dom, 04/05/2014 - 12:59

Massimo25 Tu comunistello de merd, sei il meno titolato ad attribuire "Onorificenze" L'Ucraina, sta tentando di difendere la sua unità territoriale , messa in discussione dai filorussi foraggiati ed armati da Mosca.Lo schieramento di 40/50mila militari sovietici, al confine con quella nazione è un atto intimidatorio. Con la minaccia di un'invasione, si vuole impedire a Kiev di riprendere il controllo di quelle zone finite sotto il controllo di bande armate filorusse. Bene avrebbe fatto l'europa a schierare pari forze al confine. I filorussi, vista l'impossibilità, di un intervento dei loro compari, si sarebbero calmati subito, senza nemmeno l'intervento delle forze armate ucraine. A la guerre, comme a la guerre Te capì, caro el me comunistello de merd?

Massimo25

Dom, 04/05/2014 - 15:42

Ma impara a leggere e scrivere....analfabeta.Non sai neanche di cosa parli..saluti!!

Ritratto di Otto-Volante

Otto-Volante

Lun, 05/05/2014 - 06:13

@Massimo25... Scusa se sarò molto franco, ma quì se c'è un ignorante analfabeta, quello sei tu! E ti spiego pure il perchè: 1) - NON si può cominciare una frase con una preposizione avversativa "ma". 2) - I puntini di sospensione, DEVONO ESSERE OBBLIGATORIAMENTE 3, non uno di più, non uno di meno. 3) - Dopo un punto, o i punti di sospensione, E' OBBLIGATORIO METTERE UNO SPAZIO, E COMINCIARE LA NUOVA FRASE CON LA LETTERA MAIUSCOLA! 4) - Il punto esclamativo, segue la stessa regola dei punto/puntini di sospensione: o ne metti solo uno; oppure ne metti 3. Riepilogando: in meno di una riga, hai fatto 4 strafalcioni da 4a elementare. Ma questo non sarebbe un problema: non tutti possono scrivere allo stesso modo. Il problema, è che ti senti in diritto di dare dell'analfabeta agli altri! "Altri" che magari, scrivono molto meglio di Te...

Ritratto di Otto-Volante

Otto-Volante

Lun, 05/05/2014 - 06:42

Premetto che a me, non mi frega una mazza di comunisti, fascisti o altre teste di caxx simili... Però chi è d'accordo con l'attuale politica (evidentemente NAZISTA, visto che hitler fece esattamente lo stesso con i Sudeti, e CON LA STESSA SCUSA: PROTEGGERE I "TEDESCOFONI" ), dovrebbe spiegarmi una cosa: La Russia, è sicuramente il paese etnicamente più "variegato" del globo: al suo interno ci sono minoranze di lingua turca, armena, kazaka, suomi, mongola ma persino iraniana, araba, cinese e norvegese! E' altresì pacifico, che la Russia ha bollato i "separatismi" in Daghestan e Cecenia (e tanti altri minori...) COME VILE TERRORISMO. USANDO IL PUGNO DI FERRO E INFLIGGENDO ALLA POPOLAZIONE UMILIAZIONI E CARNEFICINE INDICIBILI (vedi ad es. Groznyj...). Quindi, se Putler (putin + hitler) dice che ogni popolo che ha la lingua russa HA DIRITTO DI CREARSI UNA REPUBBLICA (delle banane, ovviamente!) INDIPENDENTE - PERCHE' NON DA' L'INDIPENDENZA A TUTTE LE VARIE REGIONI CHE NON PARLANO RUSSO, IN RUSSIA? Se putler è una persona seria, prenda pure la Crimea... Ma restituisca alla civiltà tutte le altre decine di repubbliche NON RUSSOFONE che da decenni tiene sotto scacco, con l'uso della forza! A cominciare dalla Cecenia... Dove per decenni (fine 2a guerra mondiale!), hanno compiuto un'epurazione etnica mirata a disperdere la popolazione cecena, a favore di quella "russa"...

manente

Lun, 05/05/2014 - 12:08

La guerra in Ucraina, dopo la distruzione della Serbia e lo smembramento della ex-Iugoslavia, è il secondo conflitto armato che si combatte sul suolo dell’Europa per diretta responsabilità della Ue guidata dalla troika delle banche. Il regime dittatoriale imposto ai popoli d’Europa dalle lobby della finanza atlantico-sionista, oltre che all’impoverimento dei popoli attraverso la moneta di proprietà delle banche chiamata “euro” ed alla riduzione di ogni margine di democrazia, spinge l’Europa verso un conflitto armato con la Russia solo per assecondare gli interessi Usa che sono del tutto configgenti con quelli dell’Europa. Il Nobel per la … “pace” Obama può perseguire le sue politiche aggressive e criminali grazie all’incondizionato appoggio degli euro-servi europei quali la sionista Merkel, il compaesano di Pulcinella che occupa il colle che, senza provare vergogna, osa affermare che il Nobel per la pace alla UE sia stato assegnato per aver garantito 60 anni di pace (sic…) in Europa ed i partiti sedicenti europeisti che sono al contrario i peggiori nemici dei popoli del continente e della pace nel mondo.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 05/05/2014 - 13:01

Da Obamaland pare che siano arrivati dei serial killer.