Ucraina, è ancora tesa la situazione a Kiev. Biden: "Basta sangue"

Gli Stati Uniti minacciano conseguenze e chiedono lo stop agli scontri

Il popolo ucraino chiede giustizia, cambiamento, la possibilità di entrare nell'Ue: richieste che sembrano cadere nel vuoto, venendo a mancare una risposta decisiva del governo.

Questa mattina dalla Francia è partita una richiesta di convocazione dell'ambasciatore ucraino a Parigi. "Un gesto per esprimere la condanna della Francia - ha detto il ministro degli Esteri Laurent Fabius all'emittente I-Tele -. Sono stati dati ordini di sparare sulla folla, il che è evidentemente inaccettabile". Parole dure quelle del ministro, che ritiene inammissibile la recrudescenza della repressione delle proteste.

La situazione è ulteriormente peggiorata in questi giorni, con l'inasprirsi delle violenze: alcuni reporter affermano che la polizia ucraina, dopo aver tentato di arginare le rivolte cercando di non usare la violenza, è passata ad un'azione offensiva nei confronti dei rivoltosi, eccedendo però nella brutalità.

Oltre alla convocazione dell'ambasciatore, alla sede di Yanukovych è arrivata un altra chiamata da parte del vice presidente degli Stati Uniti Joe Biden, che ha chiesto un immediato stop alle violenze, sostendendo che qualora la richiesta non venisse ascoltata, oltre ad alcune sanzioni che gli States potrebbero far gravare sullo stato, le relazioni internazionali con la nazione di Obama potrebbero subire un drastico cambiamento. "La violenza da ognuna delle due parti", ha aggiunto Biden, "è inaccettabile ma solo il governo di Kiev può porre veramente fine alla crisi".

Al momento la situazione è di vera e propria guerra civile: anche i repoter che documentano la situazione vengono presi di mira, e secondo un'ultima stima sarebbero almeno 42 quelli feriti, mentre 35 sono i giornalisti ricoverati. Difficile descrivere un quadro realistico di ciò che sta accadendo. 105 gli arresti avvenuti fra ieri e oggi tra i rivoltosi più violenti. Previsto per il 28 gennaio il summit Ue-Russia. Il capo della delegazione Ue in Russia Vygaudas Usackas ha spiegato oggi, in un comunicato, che proprio le vicende sanguinose che si stanno svolgendo a Kiev saranno al centro dell'agenda di colloqui. "La situazione in Ucraina sarà discussa nel summit Ue-Russia, perché ci sono chiare differenze nei nostri approcci verso il paese e la sua libertà di scegliere liberamente il proprio percorso di sviluppo", ha spiegato Usackas nel comunicato.

Commenti

migrante

Ven, 24/01/2014 - 12:40

a Biden, lascia perdere gli ucraini e cerca piuttosto ad affrettarti, assieme all'abbronzato, nel togliere le armi al popolo americano...perche` il giorno che farete veramente girar loro le scatole saranno uccelli per diabetici !!!..ssubelli, organizzate qualche altra stragetta in qualche campus !!!

maxaureli

Ven, 24/01/2014 - 13:28

Biden mi sembra un nome di un dentifricio

Fracescodel

Ven, 24/01/2014 - 14:13

D'accordo con il commento di Migrante! Vorrei aggiungere che piu' che gli americani come popolo, e' sempre il potere bancario-corporativo (aggiungerei sionista) la causa di tutti i mali (guerre, crisi economiche, attentati e terrorismo)....complici le alte cariche istituzionali ed i politici asservienti e traditori. E' cosi' un po' in tutto il mondo, oggi...in USA questo potere e' oramai radicato e controlla tutto al 100%; in Europa stiamo patendo negli ultimi anni questa transizione verso la sovranita' assoluta di questo potere. Una sovversione delle Costituzioni, degli ordinamenti democratici, ed un esproprio di sovranita' dalle rispettive nazioni e popoli. Dietro a questo potere bancario-corporativo ci sono padroni ben definiti, e poi una schiera di generali referenti (vedi Debenedetti, Elkann in Italia) e la susseguente casta asserviente. In Europa hanno sopraffatto il bellissimo disegno che poteva essere l'EUROPA UNITA, ed hanno createo il "MOSTRO" EU, e usato l'EURO, l'immigrazione, e la recessione forzata come piaghe per sottometterci. Noi in Italia, come i Greci, siamo uno dei paesi piu' colpiti e compromessi...perche' avevamo nelle piccole-medie imprese e nella nostra estesissima classe media, il 90% del tessuto portante di un'ecomomia che non solo permetteva ottima qualita' della vita, ma anche una certa liberta' dal controllo delle corporazioni sulla nazione! Oggi il capitalismo e' stato completamente sradicato a favore di un "corporativismo" di stampo bancario che si prepone come nuovo modello economico e sociale, che nasconde un'illegalita' taciuta ed enormi crimini e tradimenti! Come dice Migrante, che gli americani si prendano le proprie responsabilita'; e' da loro che e' partito questo colpo di stato mondiale. Con il potere bancario che controlla industrie, finanza, cinema, risorse naturali, economie e politiche, e soprattutto i media/giornali ci aspettano anni bui. Tutto sarebbe meglio, se quella parte di popolazione che, ignorante, ci deride come "complottisti" aprisse gli occhi e si unisse a protestare e riportare anche con la forza se necessario, l'ordinamento democratico e la sovranita' nazionale e popolare contrastando i criminali e traditori che cospirano contro i cittadini delle nazioni per mero potere ed arricchimento personale! Biden, l'Abbronzato, Kerry, cosi' come i nostri politici, sono i burattini asservienti di questo potere criminale...e pertanto sono colpevoli! Ma ricordiamoci che questi pavidi traditori esisteranno sempre affinche' dietro ci saranno vili padroni ricchissimi atti a sfruttare il mondo; padroni oggi identificabili benissimo in banchieri sionisti (e se qualcuno ha lo spudorato coraggio di contraddire quest'ultima indicazione, si vergogni per ignoranza in merito o malafede).

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 24/01/2014 - 14:41

Cosa ci propongono i com americani ?Forse anche li vogliono portare la loro oramai sgangherata democrazia alla usambama.Rimanessero nelle loro fogne , che ogniqualvolta si intromettono fanno danni ,non solo nei paesi dove intervengono ma bensi in europa.Tanto noi cosi stupidi paghiamo i danni e ci teniamo i profughi.

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 24/01/2014 - 16:02

Non capisco nemmeno perchè in Ucraina esistano europeisti! Non vedono il disastro europeo? Noi in Italia preghiamo per uscire dall'Unione Europea e dall'Euro, e loro addirittura si fanno ammazzare per entrare nell'Europa? Detto questo trovo assurdo, altresì l'intervento di Francia e USA nelle faccende interne di una qualsiasi nazione, guerra civile o scontri che siano. La devono smettere di farsi gli affari delgi altri! Sono ingerenze inammissibili. Posso capire che facciano blocchi economici e diplomatici ma non che intervengano in situazioni che escono fuori dal loro controllo. Va bene l'umanità e il difenderla, ma spesso dietro queste difese si cela solo il loro interesse e la cosa non è assolutamente digeribile, soprattutto quando intervengono.

Soldato

Ven, 24/01/2014 - 16:59

Gli Ucraini sono europeisti in quanto anti-russi. Se fossero confinanti con la Cina probabilmente sarebbero filo-cinesi. Ricordiamoci i battaglioni di ucraini che parteciparono con la Wermacht all'invasione dell'URSS.

Fracescodel

Ven, 24/01/2014 - 18:21

@Soldato gli Ucraini sono europeisti perche' anche la la propaganda spinge in tale direzione....PUNTO! Le altre filosofie politiche sono solo fregnacce che raccontano all'universita' e nei testi di storia ufficiali, per tenere la gente ignorante e sottomessa!

Fracescodel

Ven, 24/01/2014 - 18:28

@Soldato gli Ucraini sono europeisti perche' anche la' la propaganda spinge in tale direzione....PUNTO! Le altre filosofie politiche sono solo fregnacce che raccontano all'universita' e nei testi di storia ufficiali, per tenere la gente ignorante e sottomessa!

Fracescodel

Ven, 24/01/2014 - 19:17

@Soldato gli Ucraini sono europeisti perche' anche la la propaganda spinge in tale direzione....PUNTO! Le altre filosofie politiche sono solo fregnacce che raccontano all'universita' e nei testi di storia ufficiali, per tenere la gente ignorante e sottomessa!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 24/01/2014 - 19:46

E' ora che la Russia fomenti disordini negli USA: non ci vuole molto... basta far leva sulle immense ingiustizie sociali, le differenze etniche...

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 24/01/2014 - 19:48

@Soldato Dopo aver subito lo sterminio di 7 milioni di concittadini, era normale che gli Ucraini combattessero Stalin a fianco della Germania... ricordiamoci i contesti e gli antefatti

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 24/01/2014 - 19:50

Putin deve reagire. Non si può più tollerare l'ubiquitaria ingerenza e aggressione americana

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 24/01/2014 - 20:00

eh... gli USA proprio non sanno cosa significhi versare il sangue. loro sono gandhiani

mila

Sab, 25/01/2014 - 04:55

Gli Ucraini (non tutti, i piu' estremisti dell'Ucraina occidentale, Galizia ecc.) si fanno ammazzare per entrare in Europa, perche' sognano di vedere un nuovo Hitler massacrare un po' di Russi, come ai tempi dei loro padri filonazisti. Non discuto, in quelle zone si sono fatti la guerra per secoli ed e' normale che non si amino, ma gli estremisti ucraini stanno esagerando. E gli occidentali parlano sempre della violenza della polizia governativa contro i "dimostranti" (quelli che occupano palazzi pubblici e hanno perfino sistemato una catapulta per lanciare le bottiglie Molotov). La continua ingerenza di Americani ed Europei e' disgustosa.