Ucraina, Yanucovich offre il governo all'opposizione

Il presidente si dice disposto a cambiare la Costituzione per ridurre i propri poteri. Violenze a Kiev e nel resto del Paese. Un leader dell'opposizione: "Portate le armi in piazza"

La protesta contro il governo non si placa in Ucraina. Intanto il presidente Vicktor Yanukovich, per cercare di disinnescare una crisi che sembra inarrestabile, offre la carica di primo ministro al leader dell’opposizione Arseniy Yatsenyuk. Yanukovich si dice pronto, inoltre, a modificare la Costituzione per limitare i propri poteri Oggi il capo dello Stato ha incontrato i capi dell’opposizione: il campione di boxe Vitali Klitschko, il capo del partito di Yulia Tymoshenko, Arseniy Yatsenyuk, e il nazionalista Oleg Tyagnybok. Stando alla nota della presidenza, il presidente ha offerto la carica di premier a Yatsenyuk e quella di di vicepremier a Klitschko.

Yanukovich ha voluto anche sfidare in un pubblico dibattito l’ex campione mondiale di pugilato Klitschko, capo del partito Udar e uno dei capi leader dell’opposizione, quello forse più carismatico. "Per lanciare un dialogo pubblico su larga scala, il presidente ucraino ha sfidato Vitali Klitschko ad incontrarlo in un dibattito pubblico e Klitschko ha accettato", ha riferito il ministro della giustizia Elena Lukash.

Tensione alta non solo a Kiev

Dopo i violentissimi scontri di venerdi tra i manifestanti antigovernativi e le forze di sicurezza, il ministero dell'Interno ha accusato i dimostranti di aver ucciso un poliziotto sparandogli alla testa e di averne catturati altri due, che sarebbero stati trattenuti e torturati prima di essere rilasciati. Se non fossero stati liberati, il ministero aveva minacciato "l'uso della forza". Ma il coordinamento dei dimostranti Euromaidan smentisce la cattura dei due agenti, dicendo che si tratta solo di una provocazione per poter reprimere le proteste. Queste ultime si sono allargate a tutto il Paese, dopo che ieri il presidente aveva respinto la richiesta di dimettersi e indire elezioni anticipate. Nel centro di Kiev i manifestanti, con i volti coperti e armati di bastoni e barre metalliche, per tutto il giorno sono rimasti in piazza, sulle barricate di fronte ai poliziotti in assetto antisommossa. I dimostranti hanno lanciato pietre e oggetti di vario tipo contro gli agenti.

Andriy Hrytsenko, noto leader dell'opposizione ed ex ministro alla Difesa di Kiev, ha fatto appello ai dimostranti perché portino con sé in piazza le armi che possiedono legalmente, per utilizzarle in eventuale necessità di autodifesa. "Le armi da fuoco - ha detto al quotidiano Ukrainska Pravda - dovrebbero essere usate solo in risposta a minaccia alla vita umana. Sarò il primo a farlo".

Massima allerta sul nucleare

Dopo la momentanea occupazione del ministero dell’Energia a Kiev, il ministro competente, Eduard Stavytsky, ha ordinato a tutte le centrali nucleari ucraine di passare allo stato di massima sicurezza. Lo riferisce la tv filo Cremlino Russia Today.
Stando all’emittente, che cita il ministro ucraino, i manifestanti più estremisti si sono già avvicinati ad alcuni siti nucleari del Paese. La tensione, per ovvie ragioni, resta molto alta.

Commenti

Luigi Farinelli

Dom, 26/01/2014 - 01:26

Quanti soldi avrà stanziato questa volta il "filantropo" massone sionista George Soros per tentare di destabilizzare il Paese?

mila

Dom, 26/01/2014 - 06:43

Purtroppo la Russia e' troppo vulnerabile di fronte all'America e soci (o troppo egoista?), per cui non e' in grado di mandare l'esercito in aiuto agli Ucraini normali.

Ritratto di Lorenzo1961

Lorenzo1961

Dom, 26/01/2014 - 07:26

Immaginate se gli italiani avessero le stesse palle e si rivoltassero di forma similare contro la dittatura della magistratura e della massoneria economica che ci ha soggiogati in tal modo...

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 26/01/2014 - 10:02

Luigi Farinelli @ in Malesia Soros è bandito, perché speculò contro l'economia nazionale. Non può entrare. In occidente a quel criminale finanziario regalano le lauree honoris causa. Eh ma noi siamo il mondo libero hahahaah

francesconeglia

Dom, 26/01/2014 - 10:53

@ Lorenzo1961 Speriamo che in Italia o in un qualsiasi altro Paese dell'UE non si arrivi mai a cosi tanta violenza, perché credo, per effetto domino, che tutti i Paesi membri dell'UE ne rimarrebbero coinvolti, se non altro, per l'odio che ci accomuna contro sta tirannica dittatura, che non e' piu' soltanto economica, almeno qui in Italia. Immaginarsi una rivolta e' difficile, perché l'immaginazione non contempla la disperazione e l'odio che in mano a un rivoltoso oppresso diventano armi terribili che userebbe senza dover ricorrere alle virtu' delle proprie palle.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 26/01/2014 - 11:00

L'Ucraina aveva recentemente stretto colossali legami economici con la Cina... meditate...

Ritratto di Ausonio

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Feyerabend

Feyerabend

Dom, 26/01/2014 - 12:00

Per Mila: Non ti capisco. Chi sono per te gli ucraini normali? E al termine "ucraini" dai una valenza etnica o amministrativa? E poi la Russia non e' ne vulnerabile ne egoista: fa solo i propri interessi, come e' giusto che sia.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 26/01/2014 - 13:18

Fossi la Russia inizierei a rispondere pan per focaccia: fomentare il caos negli USA e nei paesi satelliti (Europa)

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 26/01/2014 - 14:54

Ancora non hanno trovato armi chimiche in casa di Yanukovic? urge un intervento del mondo libero contro il dittatore.

mila

Lun, 27/01/2014 - 06:40

@ Feyerabend -Per Ucraini normali intendo quelli che non si danno alla guerriglia a causa di un esagerato odio entirusso o perche' pagati e addestrati da Servizi Segreti occidentali. La Russia e' normale che faccia i propri interessi, ma e' certamente suo interesse vitale impedire che l'Ucraina entri nella sfera economica e ancor piu' politico-militare euroatlantica, magari con qualche base americana a pochi chilometri da Mosca. Se non interviene vuol dire che e' vulnerabile, cioe' debole rispetto a una superpotenza come gli USA (Chi e' forte se ne frega anche delle critiche internazionali). L'accenno all'egoismo lo ho fatto in quanto per me a questo punto un intervento russo sarebbe conveniente anche per la maggioranza degli Ucraini (e magari di altri popoli della zona).

Mariya

Lun, 27/01/2014 - 10:01

La Russia é gia in Ucraina, una parte deti polizziotti antisommossa sono russi, sparano con le armi che utilizza la polizia russa. Vi voglio riccordare che parlate di un paese indipendente! Avete gia giustificato l'entrata della Russia con il suo esercito, vergognateci! Marionette di Putin, che tristezza! E io pensavo che gli italiani sono per la democrazia e dignità delĺessere umano!

Mariya

Lun, 27/01/2014 - 10:27

Mosca era creata nella periferia di Rus di Kyiv, e Kyiv esisteva gia quando nel territorio della attuale Russia non c'era ancora uno stato, Moscovia é nata in seguito all ´estensione della Rus di Kyiv e loro pretendono di riprendere cio' che non é loro. La figlia vuole essere la madre. Hanno riscritto la storia, ed hanno cambiato il proprio nome per avere la successione. Ma é Moscovia, non c'entra con Kyiv ed Ucraina.

Ritratto di serjoe

serjoe

Lun, 27/01/2014 - 14:28

Mariya...sul vostro odio antirusso...ci faccio...un ruto.

Mariya

Lun, 27/01/2014 - 14:37

quanto pagano adesso i servizi segreti russi per scrivere queste cose? Gli ucraini come Lei dice "normali" non sono con voi, restate soli con il vostro Zar. Buona fortuna!

Ritratto di serjoe

serjoe

Lun, 27/01/2014 - 15:01

Mariya..lei non ha ancora imparato la democrazia...di sicuro non e` quella che si vede nella foto....ma si esplica nel ..voto, quello popolare...non nell`incendiare e saccheggiare.Il suffraggio universale` cio` che serve...non urlare in mezzo..alla gente.. a scapito di tanta piu` altra gente..

Mariya

Lun, 27/01/2014 - 16:49

grazie per la lezione, io conosco bene i principi democratici e la gente ucraina ne conosce meglio di Lei. Ma Lei non conosce la situazione in Ucraina. Lei pensa che la gente farebbe  la rivolta li', se fossero posibili alte vie.  Lei vive in una favola, dove le branche del potere sono indipendenti, da noi tutte sottomesse al presidente, sia giudiziario, tutto dipende da lui. Lei invece ha una concezione dei ucraini sbagliata, la gente che sta sulle piazze non sono gli estremisti inioranti, il livello di istruzzione é molto alto. il mio popolo avra un grande futuro, perche é un grande popolo, sono fiera di essere ucraina! 

Mariya

Lun, 27/01/2014 - 17:25

Io non oddio nessuno. nemmeno i russi, ho tanti amici russi e non solo gli amici ma pure i parenti. Io metto in chiaro come é la situazione, e provo a spiegarvi che i russi sono i russi e gli ucraini sono gli ucraini. Sembra che voi ignorate questo. Vedo che Lei si distingue di una buona educazione.