Ukip, show all'Europarlamento: spalle girate all'Inno alla Gioia

Scontata l'elezione di Schulz alla guida del parlamento Ue. Meno scontato il debutto degli euroscettici: sebbene rafforzati, le divisioni interne rischiano di marginalizzarli

Gli eurodeputati dell'Ukip voltano le spalle all'Inno alla Gioia

L'ottava legislatura del Parlamento europeo non avrebbe potuto iniziare nel peggiore dei modi. E non certo per la plateale protesta anti europea inscenata da Nigel Farage e dei parlamentari dell'Ukip che, alla plenaria di Strasburgo, hanno voltato le spalle mentre veniva eseguito l'Inno alla gioia, inno dell’Unione europea. Se il buon giorno si vede dal mattino, l'elezione del socialdemocratico tedesco Martin Schulz alla presidenza dell'Europarlamento è sicuramente uno dei peggiori presagi che potesse riecheggiare nel cielo di Strasburgo.

Lo schieramento delle formazioni politiche europeiste si è indebolito ma resta maggioritario. Quello degli euroscettici si è rafforzato ma è diviso al suo interno. Non è stato quindi difficile per la "grande coalizione" in salsa europea costituita da popolari, socialdemocratici e liberaldemocratici per far passare la nomina di Schulz, che adesso ce lo ritroveremo alla guida del parlamento Ue per i prossimi due anni e mezzo, e dettare l'agenda dei lavori dell’assemblea. Sulla carta Schulz contava ben 479 voti rispetto ai 376 necessari per essere eletto. Ne incassa 409. Qualche franco tiratore. Ma non abbastanza per sbarrargli la strada. Il fenomeno potrebbe, tuttavia, avere ripercussioni non positive sul secondo pilastro della "grande coalizione", cioè quello dell'elezione di Jean-Claude Juncker alla presidenza della Commissione Ue il prossimo 16 luglio.

Se alla vigilia della plenaria l'elezione di Schulz era data per scontata, tutt'altro che scontato il debutto delle schiere euroscettiche. Per la prima volta nella storia varcano la soglia dell'emiciclo esponenti neonazisti provenienti dalla Grecia (Alba Dorata) e dalla Germania (Npd). Gli occhi dell'opinione pubblica, però, sono puntati sulle due grandi coalizioni anti Europa: da una parte la formazione guidata da Farage e a cui hanno aderito anche i 17 grillini, dall'altra Marine Le Pen, la leader del Front National a cui, nonostante il successo conseguito in Francia, non è riuscita la formazione di un gruppo politico insieme agli xenofobi olandesi del Pvv e alla pattuglia leghista di Matteo Salvini. Tutti finiti tra i "non iscritti", con il forte rischio di essere marginalizzati dai lavori dell’assemblea e delle commissioni parlamentari. Forse proprio per ottenere uno scampolo di visibilità Gianluca Buonanno si è presentato in Aula coperto da un tetro burqa nero.

In realtà anche i grillini rischiano di finire marginalizzati. L'alleanza a cui Beppe Grillo ha aderito passa da Efd a Efdd. Una "d" in più per passare da "Europa della libertà e della democrazia" a "Europa della libertà e della democrazia diretta". Nonostante l'alleanza con lo UK Independence Party, tuttavia, gli stellati potrebbero finire vittime di una manovra "a tenaglia" che, secondo indiscrezioni, starebbero mettendo a punto i membri della "grande coalizione". E un primissimo segnale di insofferenza può essere intravisto dal netto rifiuto dei grillini di voltarsi mentre in Aula hanno risuonato le note di Beethoven. "Non c'è alcun problema, con Grillo siamo uniti sulle questioni più importanti", minimizza Farage. Che ai suoi dice: "Questo sarà un Parlamento più emozionante, divertitevi!". L'indipendentista scozzese David Coburn lo ha preso sul serio. E alla plenaria ha sfilato in kilt.

Commenti
Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 01/07/2014 - 13:12

BUONANNO FOR PRESIDENT....SEI UN GRANDE.

giottin

Mar, 01/07/2014 - 13:33

Vedi caro Buonanno che ti hanno fatto entrare e schulz in fondo in fondo è buono, comunque sei unico, un grande e cerca di matarne più che potrai!!!

lamwolf

Mar, 01/07/2014 - 14:35

L'Europa, mai unita, le grandi come la Germania a pensato sempre ai c.... propri e a far cassa. La UE un fallimento e a tale è destinata.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 01/07/2014 - 15:22

Come può essere unita l'europa se qualche stato vorrebbe dirigere e sottomettere gli altri??Meglio chi fa da se fa.........................

maurizio innocenti

Mar, 01/07/2014 - 15:26

Invito l'autore dell'articolo a fare un corso accellerato di cultura. Ha definito neononazista il movimento "Alternative fuer Deutschland". Faccio presente che i 7 eletti di Alternative fuer Deutschland sono iscritti al gruppo dei conservatori europei. In Germania è stato eletto un neonazista dell'NPD ma non c'entra nulla con il partito di Bernd Luecke e Hans Olaf Henkel.

cecco61

Mar, 01/07/2014 - 16:08

Schulz alla guida del Parlamento Europeo: un essere (uomo è troppo) che pontifica su onestà e trasparenza, che accompagna Bersani in campagna elettorale decantandone l'onestà contro il delinquente Berlusconi. Schulz, proprio lui, già beccato per ben due volte a taroccare i verbali di presenza a Bruxelles ed incassare indebitamente i rimborsi, proprio come tanti, anzi troppi, dei nostri dipendenti statali tanto cari alle sinistre. Comunisti e quindi, delinquenti, si nasce, non si diventa. Avrebbe dovuto essere espulso dal PSE, non eletto presidente del Parlamento.

Ritratto di stock47

stock47

Mar, 01/07/2014 - 16:17

Un grandissimo errore di Farage emarginare la Le Pen e gli altri. Non doveva fare uno sposalizio politico per sempre, nè c'era alcun bisogno di condividere le idee politiche di costoro. L'unica cosa importante era unire le forze nel Parlamento Europeo per fargli chiudere baracca e burattini. Una volta che ciò fosse accaduto ognuno per sè e Dio per tutti e ognuno a Casa sua. Spero che ciò non porti al fallimento di tante fatiche e impegno da parte di tutti gli euro contrari.

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Mar, 01/07/2014 - 16:46

Ci sono persone verso le quali si prova antipatia "a pelle", prima ancora di averle sentite parlare o viste muovere. Ecco, per me, Schulz è tra quelle e saperlo presidente dell'europarlamento mi provoca fastidio, soprattutto dopo averlo sentito parlare e visto muovere... Sekhmet.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Mar, 01/07/2014 - 18:28

Parlamento Europeo? NO, Circo Barnum. Venghino siorri venghino.....lo spettacolo sta per cominciare! Aranciata, birra, coca, bruscolini...

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mar, 01/07/2014 - 18:39

FARAGE VAI A PULIRE I CESSI DI DOVER !!!

Ritratto di pinox

pinox

Mar, 01/07/2014 - 18:52

ma quale inno alla gioia? i greci rovinati per far guadagnare le banche tedesche e francesi dovrebbero cantare l'inno alla gioia? gli spagnoli con il 25% di disoccupazione dovrebbero cantare l'inno alla gioia? oppure noi italiani? la UE è per la germania e basta, non è un unione di stati ma una dittatura tedesca che ha come fine il dominare incontrastati l'europa distruggendo economicamente i paesi concorrenti.....SVEGLIA ITALIANI!!!!!

giovannibid

Mar, 01/07/2014 - 21:16

per me uno che non crede in un ideale o in una fede dovrebbe evitare di aderire. Ma forse questi eurostronzi hanno il piacere di intascare belle buste paga e tanti benefit dopo. NON SIETE SCETTICI SIETE SCHIFOSAMENTE IPOCRITI

vince50_19

Mer, 02/07/2014 - 07:25

Sono dei nominati: non ci può aspettare niente di buono in tal senso, visto che lo schnauzer della cellulitica, fra tante altre "novità" (leggasi Junker), è stato riconfermato nella sua precedente carica. PPE e PSE fanno accordi sottobanco(come accadde in casa nostra ai tempi di DC e PCI), ovvero sono le due facce della stessa medaglia pur con qualche "scossone" interno, naturalmente per convenienze di bottega, per "meglio servire" quei poteri sovrannazionali e mercantilistici di stampo massonico che vogliono fare della Ue carne di porco secondo le proprie desiderata. Lo schifo continua e spero che alla prossima tornata elettorale la gente intenda meglio certe faccende e seppellisca in un mare di ..... e definitivamente questi pseudo europeisti!

vince50_19

Mer, 02/07/2014 - 07:27

A me la Lega piace poco però Buonanno ha l'intuito, l'anima e l'estro tipico di un buon cabarettista. Troppo simpatico: bravo!

Ritratto di jasper

jasper

Mer, 02/07/2014 - 09:21

Non so se i fondi Europei dati all'Italia vanno alla Mafia. Forse no. Ma che l'Italiua è l'unico Paese Europeo dove esiste il crimine organ izzato e disorganizzato è un dato di fatto per cui tutti i sospetti sono più che leciti specialmente se vengono dati ad un Governo come quello di Renzi dove è egemone un partito come il PD che è l'erede spirituale del demenziale e per certi versi, criminale Partito Comunista Italiano visti i suoi collegamenti con la Mafia tramite COOP e Banche (MPS,Antonveneta, ecc.) il cui staff è passato armi e bagagli nel PD insieme ai catto-comunisti della ex DC.