Usa, gli scandali fanno aumentare i consensi?

Nonostante i passati scandali, Anthony Weiner e Eliot Spitzer, candidati a New York - il primo per diventare sindaco, il secondo "comptroller", la massima autorità in questioni fiscali - sono in testa nel sondaggio sulle primarie democratiche

Gli scandali aumentano il consenso? Non c'è una scienza esatta che possa dirlo con certezza, però, in alcuni casi sì. È successo a Anthony Weiner e Eliot Spitzer, candidati a New York - il primo per diventare sindaco, il secondo "comptroller", la massima autorità in questioni fiscali - in testa nel sondaggio della Quinnipiac University sulle primarie democratiche, a meno di due mesi dal voto, previsto il 10 settembre.

Gli scandali passati non sembrano danneggiarli, almeno per il momento. L’ex deputato Weiner fu costretto alle dimissioni due anni fa per aver inviato foto osé e messaggi espliciti a donne conosciute online. Adesso è al comando nelle preferenze dei democratici con il 25%. Spitzer invece, dopo lo scandalo prostituzione che 5 anni fa gli costò la carica di governatore dello Stato di New York, vanterebbe il 48% dei consensi democratici e supera di 15 punti percentuali il rivale Scott Stringer, presidente del distretto di Manhattan.

Commenti

VYGA54

Mar, 16/07/2013 - 18:24

Del resto non mi sembra che lo scadalo delle telefonate carpite all'allora candidato presidente Clinton gli abbia nociuto come del resto il caso Lewinsky...

VYGA54

Mar, 16/07/2013 - 18:29

Del resto non mi sembra che lo scadalo delle telefonate carpite all'allora candidato presidente Clinton gli abbia nociuto come del resto il caso Lewinsky...