Valèrie Trierweiler sbarca in India, ma già si parla di una richiesta di risarcimento per Hollande

L'ex première dame a Mumbai per una missione umanitaria. Ma in Francia la bufera non si placa e già circolano le voci su una possibile maxi-causa

L'ex prèmiere dame di Francia Valèrie Trierweieler

Valèrie abbandona il suo ufficio di prèmiere dame e, almeno temporaneamente, trasloca in India. Lontana dal clamore parigino, la Trierweiler è arrivata ieri pomeriggio a Mumbai per un viaggio umanitario previsto da tempo. L'ex prèmiere dame ha visitato la clinica per bambini prematuri Lokmanya Tilak Hospital, e ha in programma di visitare altre strutture, come anche di partecipare a pranzi ed eventi di beneficenza. È apparsa stanca ma sorridente, molto provata dai giorni di ricovero in ospedale ma decisa ad affrontare la sua prima uscita pubblica dopo la separazione dal presidente François Hollande.

La giornalista di Paris Match, che all'arrivo all'aeroporto non aveva voluto rilasciare dichiarazioni, ha dichiarato di volersi esprimere solo in merito al lavoro dell'organizzazione non governativa Action Contre la Faim, che l'ha inviata in India, senza menzionare la fine della relazione con il presidente Hollande. Tuttavia, dopo che domenica era stato cancellato l'account Twitter istituzionale "infosvaltrier", il settimanale francese Le journal du dimanche aveva anticipato la possibilità di eventuali richieste di risarcimento da parte della Trierweiler: la giornalista non solo manterrebbe l'enorme appartamento parigino in cui abitava con Hollande prima di trasferirsi all'Eliseo, ma dovrebbe anche vedersi riconoscere un risarcimento in denaro.

L'avvocato civilista Bernard Fau, intervistato dal settimanale, ha commentato che la Trierweiler "è stata messa all'Eliseo dal presidente della Repubblica, aveva il diritto di pensare che la sua situazione fosse ufficiale. Ha avuto un danno per la fine di questa situazione, la sua immagine è stata danneggiata: ha subito un affronto pubblico mondiale, il danno morale è indubitabile." L'umiliazione a cui l'ex compagna di Hollande è stata sottoposta dopo che è scoppiato lo scandalo della relazione clandestina con l'attrice Julie Gayet potrebbe costare assai cara a monsieur le President, che, riferendosi anche alla separazione dalla compagna di partito Ségolène Royal, avrebbe confidato ad alcuni parenti: "Le donne mi sono costate care."

Commenti

INGVDI

Lun, 27/01/2014 - 13:46

Coraggio Valèrie, riducilo alla miseria, se lo merita.

agosvac

Lun, 27/01/2014 - 13:54

Certo che questo Presidente della Repubblica francese è proprio strano! Fa non so quanti figli con la sua prima compagna, compagna anche di pertito senza essere sposato. Ora tradisce la sua compagna di Eliseo, non saprei come definirla altrimenti, senza essere sposato! Ha una ulteriore relazione con un'attrice. L'unica cosa che si capisce è che ad Hollande le donne piacciono, e non c'è niente di strano, ma il matrimonio proprio non piace!!! La domanda è: ma questa giornalista, l'ultima sua compagna riconosciuta, che diritti ha visto che non era sua moglie??? E' una questione ingarbugliata: Hollande ha tradito tutte le sue compagna, ma non essendosi mai sposato, non ha mai tradito una moglie. Visto le cose come stanno, ma questi francesi perchè non aboliscono il matrimonio dato che le compagne hanno gli stessi diritti di una moglie??? Libero amore in libero stato!!!!! Del resto ad abolire monarchia, Chiesa e diritti ci avevano già provato ai tempi della loro rivoluzione!!!

eglanthyne

Lun, 27/01/2014 - 14:00

AHAHAHAHAHAH, quante palanche GLI costerà la sora Valérie?

Ettore41

Lun, 27/01/2014 - 14:03

Mi sta tutto bene ma c'e un pero'. Non erano mica sposati, convivevano allegramente nonostante avessero figli in commune. Mi sembra una oculata lezioncina per le femministe sessantottine. Donne fatevi sposare che e' tutta salute.

Gyro

Lun, 27/01/2014 - 14:22

Ultimamente in Francia è un casino con le donne in politica... Marine Le Pen in testa nei sondaggi, vabbeh che poi a Marine si preferisce esteticamente Marion Le Pen (OVVIAMENTE), vabbeh in Francia è un casino con le donne vedi caso Hollande, prima di nominare Julie Gayet si sono sparati una quantità industriale di nomi sull' amante di Hollande, persino quello della pilotessa di Motocross Livia Lancelot (!) Ovviamente tutto falso, era solo Julie Gayet...

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Lun, 27/01/2014 - 14:33

Una convivente non è nessuno per la legge.Almeno fino ad ora.Cosa potrebbe chiedere.Ringrazi del bel tempo passato e la prossima volta si faccia sposare.

flip

Lun, 27/01/2014 - 16:58

la Valeria è sicura di non avere colpe? Spesse volte "chi è causa del suo mal pianga se stesso" Perché è stata lasciata?

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Lun, 27/01/2014 - 17:41

Si è sempre detto "chi rompe paga, e i cocci sono suoi". Cosa avrà mai rotto lui? Che razza di cocci renderà mai, lei? Come saranno portate le prove in tribunale? Nel panorama odierno, una pochade per bocche buone, tira su il morale!

giottin

Lun, 27/01/2014 - 18:39

Deve andare in India per chiedere il risarcimento? O forse lo vuole in rupie? Stia là e magari si prenda anche un rotavirus!!!

leserin

Lun, 27/01/2014 - 19:35

Forse potremmo proporle di restarci, e in cambio che ci restituiscano i Maro'!

leserin

Lun, 27/01/2014 - 19:35

Forse potremmo proporle di restarci, e in cambio che ci restituiscano i Maro'!