Vaticano con i conti in rosso 

Nonostante l'andamento positivo del governatorato e una ripresa sul fronte delle offerte, il passivo della Santa Sede supera l'attivo

Il Vaticano ha problemi con i conti. Il bilancio vira in rosso e il consuntivo per l'anno 2011 parla di un passivo di 14,89 milioni, con un attivo che non supera dell'esercizio 2010 che non supera invece i dieci milioni. I dati di bilancio, che sono relativi tanto alla Santa Sede quanto al Governatorato dello Stato sono stati resi noti tra martedì e mercoledì nella riunione del Consiglio dei cardinali per lo studio dei problemi organizzativi ed economici, presieduto da Tarcisio Bertone, segretario di Stato.

Il disavanzo, che raggiunge quasi i quindici milioni, viene fatto dipendere in parte da un generale "andamento negativo dei mercati finanziari mondiali che non ha consentito di raggiungere gli obiettivi preventivati". Tra i punti che più pesano sui bilanci il costo del personale e i mezzi di comunicazione sociali. Al 31 dello scorso dicembre gli impiegati erano 2832, un numero praticamente identico rispetto all'esercizio precedente.

Positivi i risultati del governatorato, che migliora leggermente quanto fatto nel 2010. Lo scorso anno si era chiuso con 21,83 milioni di euro di attivo e 1887 persone impiegate. In crescita i ricavi dei Musei Vaticani, che passano da 82,4 milioni a 91,3 milioni del 2011. Più di cinque milioni i visitatori.

Nonostante la crisi salgono le offerte dell'Obolo di San Pietro, ovvero quelle che i fedeli devolvono a sostegno della carità del Papa. Nel 2011 la cifra raccolta è stata di 69,7 milioni di dollari, superiore ai 67,7 milioni dell'anno precedente. Anche se gli 82,5 milioni del 2009 restano ancora molto lontani.

E aumenta il sostegno economico per il mantenimento del servizio che la Curia Romana presta alla Chiesa universale. Dai 27,4 milioni di dollari del 2010 si è passati ai 32,1 del 2011, cifra che supera di poco il dato del 2009. L'incremento riguarda anche i contributi degli Istituti di vita consacrata, Società di vita apostolica e Fondazioni, che dai 747 mila dollari del 2010, raggiungono quasi 1,2 milioni di dollari. Un incremento di più del 7%. 

Somme significative dallo Ior, che ha offerto al Papa 49 milioni di euro, in calo rispetto ai 55 donati nel 2010 e dei 50 del 2009.

Commenti
Ritratto di miracom

miracom

Ven, 06/07/2012 - 11:22

Il mondo politico è in crisi perche ha sperperato senza capitalizzare la fiducia dei cittadini, la chiesa e il suo apparato polverizza il primato della politica. Il mondo cattolico brulica di personaggi ambigui, approfittatori e pervertiti ai quali solo gli integralisti possono ancora dargli credito. Sogno un'Italia liberata dalla cupola... del vaticano

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 06/07/2012 - 11:22

Anche qui non si aiutano i cristianucci, bensi rom , mussulmani , e atei. Ben vi sta il passivo .Aiutate i paesi poveri del sudamerica , con quelli abbiamo un debito di storia, e bene o male siamo della stessa cultura.

moris136

Ven, 06/07/2012 - 12:31

C è Troppo Lusso Per I Prelati In Vaticano. Va Ridotta La Spesa Per Autisti E Appartamenti Principeschi.una Chiesa Povera Sarà Sempre Più Credibile.

Boxster65

Mer, 11/07/2012 - 00:28

S'inventeranno il 16 per mille a spese del contribuente italiano per far quadrare i conti del Vaticano e dello IOR..

Ritratto di febbraio23

febbraio23

Mer, 11/07/2012 - 00:28

Non è un nostro problema.Inoltre hanno anche lo IOR la banca più potente del mondo!

MMARTILA

Mer, 11/07/2012 - 00:31

Offerte al Vaticano? Nemmeno per idea, vadano a piedi scalzi e aiutino il prossimo, non gli zingari e chi non rispetta la legge. Venite a vedere come si comportano gli extracomunitari alla mensa dei poveri...ormai è roba loro, gli italiani neanche ci vanno più, almeno qui da noi. Vorrà dire che assaggeranno cos'è davvero la povertà...ma non ci credo, purtroppo!

roblanf41

Mer, 11/07/2012 - 00:31

se si aspettano comprensione e denaro si sbagliano di grosso..per me, la chiesa, cioè il vaticano, ha finito di truffarmi denaro!!! si paghino, d'orinnanzi, viaggi, sicurezza, e quant'altro noi abbiamo pagato da secoli....hanno finito di prenderci per i fondelli, di prenderci soldi e poi incassare miliardi e perderli con i vari marcinkus...il papa non vesta più con abiti costosissimi, non si cicondi più di cardinali grassi e ricchi, faccia ammenda e si metta ilm saio....che gli converrà nel futuro...ma mi sa tanto che finiranno per essere sottomessi dall'islam, che, in fin dei conti, religiosamente, è più serio e più costruttivo. ma, io, sono cattolico, e mi vergogno del non poter dire : sono un figlio della chiesa...dove mi hanno portato...

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 11/07/2012 - 00:31

Vendete qualche immobile che vi è stato donato, in pratica tutti, dov'è il problema?

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Mer, 11/07/2012 - 00:31

altri che piangono miseria.

Cinghiale

Mer, 11/07/2012 - 00:35

Io non riesco a capire. Tutti dicono di essere in rosso, chi più chi meno. Ma tutti questi soldi che escono dalle tasche, da qualche parte vanno pure a finire! Qualcuno sa dirmi dove? Gradirei una risposta il più semplice possibile. Grazie

Ritratto di febbraio23

febbraio23

Mer, 11/07/2012 - 00:35

#10 CINGHIALE_ sai dove vanno tutti quei soldi? da chi li ha già...

ffortini

Ven, 06/07/2012 - 14:57

Ma lo sapete che il Vaticano e' proprietario di un terzo degli immobili di Roma? Se si vendono 14 dei loro appartamenti (delle decine di migliaia che possiedono) hanno gia' ripianato il buco. Io il mio 8x1000 lo dono ai Valdesi: ogni anno pubblicano un bilancio dettagliatissimo dei soldi ricevuti con l'8x1000, e nulla di quei soldi va per il sostentamento del clero valdese (i valdesi si pagano i pastori da soli) ma tutto va in opere di bene per i poveri.

fossog

Ven, 06/07/2012 - 15:54

Occhio cittadini, le zecche hanno fame.... il parassita millenario, che si nutre di preferenza delle nostre fatiche e delle nostre tasse, è in caccia di soldi. Già ha fatto in modo di rubarci 10 milioni, nella spendig review, a favore delle università dei preti, ma conoscendo il mostro questo è solo un aperitivo ! Intanto, nel tentativo in quota parte personale per distruggerlo il parassita vaticano, gli non negato il mio 8x1000 che ho destinato ai Luterani, visto che non mi fido a darlo nemmeno allo stato.... e per il futuro cercherò di fare sempre meglio per liberarMi di un peso, di un costo, e di una zecca che davvero non sopporto più.

matchline

Ven, 06/07/2012 - 16:21

lo volete capire che il vaticano non conta piu' nulla? solo le genti dei paesi in via di sviluppo continuano a segurilo ma in italia finalmente la gente - dopo secoli - ha finalmente aperto gli occhi. Cari politici, giovanardi & co, cercate di fare la valige.

andrea24

Ven, 06/07/2012 - 16:56

Non entro nel merito di questioni ecclesiastiche,ecclesiologiche o teologiche,che qui tralascio,e che possono interessare innanzitutto ai cattolici tra di loro o agli studiosi,ma tutta questa propaganda,nei commenti, tutta questa propaganda filo-protestante o pubblicità valdeso-luterana,di garibaldina memoria e "rosso-parassita"(gli stessi che hanno invaso pure la Chiesa dal di dentro)...Tanto alcuni di questi commentatori,Ior si o Ior no,sono sempre gli stessi nemici della Chiesa e della fede cristiana,sia che votino per il PDL o per il PD o che leggano stupidaggini alla dan Brown. Dove sta la differenza tra i padroni e i loro cani? I padroni,cioè gli "architetti", i nemici storici della Chiesa,sanno almeno le differenze tra il vecchio(sempre attuale) e le nuove adulterazioni,i loro cani no e oggi si accontentano di parlare di Ior,8x1000 ecc...Dalla prospettiva dei cani,la sostanza non cambia,cioè è odio contro la Chiesa.Da sperare un "risveglio" solido della Chiesa.

claudiocodecasa

Ven, 06/07/2012 - 19:00

vendano un po di immobili che ne hanno a centinaia, se il vaticano è in rosso non me ne frega propio nulla, sono problemi loro

ffortini

Sab, 07/07/2012 - 08:01

per #16 claudiocodecasa: guardi che non ne hanno centinaia, siamo piu' vicini alle centinaia di migliaia

ffortini

Sab, 07/07/2012 - 08:01

per #16 claudiocodecasa: guardi che non ne hanno centinaia, siamo piu' vicini alle centinaia di migliaia