LA VICENDADieci giornate che stanno cambiando il Paese

La rivolta scoppiata dieci giorni fa a Istanbul sta mettendo a dura prova la stabilità politica della Turchia. La sproporzionata violenza usata dalla polizia contro i manifestanti che a Istanbul protestavano contro l'annunciata distruzione del famoso Parco Gezi ha avuto come effetto il diffondersi a macchia d'olio in tutto il Paese di dimostrazioni contro il governo di Recep Tayyip Erdogan, accusato di voler attuare una islamizzazione strisciante della società turca. In assenza del premier, in visita all'estero, il suo vice Arinç e il presidente Gül hanno tentato un compromesso con la piazza, ma al suo ritorno Erdogan ha scelto toni duri e la protesta si è riaccesa