Il volto del terrorismo sui Giochi di Sochi: torna a parlare Umarov

Torna in video il leader dell'Emirato del Caucaso, gruppo affiliato ai qaedisti. "Impediremo le Olimpiadi sulle ossa dei nostri avi"

L'Emirato del Caucaso torna a fare capolino nelle cronache mondiali. Dokku Umarov, emiro dell'entità parastatale che rivendica per sé l'indipendenza da Mosca, guida del gruppo terroristico affiliato agli uomini di al-Qaeda, ha chiesto ai mujahidindi non lasciare che le Olimpiadi invernali 2014 di Sochi si svolgano senza colpo ferire.

La città sul Mar Nero è stata scelta per ospitare il secondo evento olimpico russo della storia, dopo i Giochi estivi del 1980. Un'occasione ghiotta per i terroristi, che potrebbero tornare a colpire, in un contesto di grande visibilità a livello internazionale. In un video pubblicato su YouTube, già rimosso per violazione dei termini, Umarov ha chiesto ai suoi uomini di tornare a colpire la Russia, nella lotta che unisce i caucasici al jihad globale.

"Sappiamo - ha detto l'emiro del Caucaso - che hanno in programma di tenere i Giochi olimpici sulle ossa dei nostri avi, sulle ossa di molti, molti musulmani morti e sepolti nel nostro territorio nell'area del Mar Nero. Noi, come mujahidin, lo impediremo con qualsiasi mezzo possibile".

Commenti

maxaureli

Mer, 03/07/2013 - 14:26

Arieccoci... LOL LOL

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Mer, 03/07/2013 - 17:13

Il peana islamico non cambia mai,ogni cosa non gradita a costoro diventa una scusa per poter avere le mani libere e fare macelleria.Non v'è paese Islamico dove vivono costoro che non abbia problemi,vedasi Egitto,Nigeria,Libia,Indonesia,ecc.e noi abbiamo le ministre kyenge,boldrini,bonino che vorrebbero importarne cinquanta milioni.Qualcuno le fermi.

yulbrynner

Mer, 03/07/2013 - 23:22

adesso non caghiamoci sotto x colpa di un cretino con la barba

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Sab, 06/07/2013 - 17:26

Sono gli stessi bastardi che hanno ucciso freddamente i bambini a breslan?