Yoani la dissidente lancia un sito di news. Subito censurata

La boccata d'aria è durata poche ore. Il governo cubano ha già bloccato la nuova testata

La boccata d'aria è durata poche ore. Il governo cubano ha già bloccato il nuovo quotidiano online di informazione indipendente lanciato ieri dalla blogger cubana Yoani Sanchez con l'ambizioso obiettivo di diventare il primo media indipendente di Cuba. I cubani che tentino di collegarsi, vengono rinviati a un altro sito, www.yoanislandia.com, che denuncia le attività della blogger, accusata di essere «non la Madre Teresa dei dissidenti cubani e un'icona di internet», ma «probabilmente la cubana più ricca dell'isola: non fatevi ingannare, non è né indipendente, né giornalista, né dissidente né blogger». «14ymedio» sarà uno «spazio per raccontare Cuba dall'interno», per informare «sulla realtà nazionale», aveva spiegato Yoani Sanchez sul suo blog «Generacion Y». La battaglia è appena cominciata.