Estonia e Lituania i Paesi più colpiti

I Paesi con più ladri da supermercato sono, a pari merito, Lettonia, Lituania ed Estonia, seguiti dall’Inghilterra e dalla Germania, mentre un gradino più in basso c’è l’Italia. Se la maglia nera spetta ai tre Paesi dell’Est europeo, Lettonia, Lituania ed Estonia, dove si è verificato il più elevato incremento di ammanchi di merce nell’ultimo anno (più 21%), è comunque il Regno Unito a registrare il valore più elevato per un totale di 5.918 milioni di euro (1,38% del fatturato). Subito dopo seguono Francia con 5.319 e Germania con 4.946 milioni di euro rispettivamente l’1,31% e 1,07% dei loro rispettivi fatturati. L’Italia si pone al quarto posto dove, sebbene la percentuale di differenze inventariali sia in discesa da 1,36% a 1,26%, il valore totale dei furti è aumentato dell’11,3%. Il furto da parte dei clienti, per lo studio, continua ad essere la causa principale delle perdite legate alle differenze inventariali, attestandosi al 49,2% (14.248 milioni di euro) del totale, in aumento rispetto al 47,8% nel 2003. Ma anche i furti «interni» ad opera del personale sono saliti e rappresentano ora il 29,9% del totale (28,4% nel 2003).