Estorceva denaro a nonnina In cella impiegata 50enne

Una insospettabile impiegata di 50 anni è stata arrestata dalla polizia municipale con l'accusa di aver fatto un’estorsione a una 77enne. L'impiegata, una donna incensurata, è stata pedinata e bloccata in flagranza dai vigili che si sono perfino finti taxisti per incastrarla: casualmente, infatti, gli agenti avevano incontrato l'anziana qualche giorno fa in uno dei loro comandi di zona. «Era talmente tesa e nervosa che l’abbiamo accompagnata a casa» hanno spiegato i ghisa. Così alla fine la poveretta aveva confidato ai vigili di essere vittima di un’estorsione. Così gli agenti hanno organizzato una trappola per cogliere la 50enne sul fatto, inscenando un incontro per la consegna di soldi: un agente in borghese, alla guida di un taxi, ha accompagnato la vittima all’appuntamento. Al momento dello scambio di denaro, è scattato l'arresto.