Estrazioni del lotto

Esercitazione per l’esame di giornalismo. Il candidato consideri che in questi giorni quotidiani stanno riproponendo lo spauracchio del ’98, anno della caduta di Prodi per mano di Rifondazione, una stagione diversa, tutta da spiegare, ma che in sintesi basta definire «il ’98», da non confondere col ’94, anno della caduta di Berlusconi per mano di Bossi e delle procure, una stagione diversa, da spiegare, ma che in sintesi basta definire «il ’94», da non confondere col ’93, anno della caduta della Prima Repubblica per mano di poteri vari, una stagione diversa, tutta da spiegare, ma che in sintesi basta definire «il ’93», da non confondere col dibattito sul ’92, anno della caduta del pentapartito per mano dei magistrati e della Lega eccetera, una stagione diversa, tutta da spiegare, ma che in sintesi basta definire «il ’92», già tema di discussione seguito al dibattito sul ’77 lanciato da chi aveva fatto il ’68. Ciò posto, il candidato ha 7 minuti per valutare se sia più opportuno, per il lettore medio: 1) aspirare monossido di carbonio dallo scappamento; 2) barbiturici, un classico; 3) chiedersi se 68, 77, 92, 93, 94 e 98 non siano in realtà le copie che questi giornali perdono ogni giorno.