Esuberi, i sindacati chiedono un tavolo

Bpu-Banca Lombarda

Rimbalzo di Bpu e Banca Lombarda ieri a Piazza Affari. L’istituto bergamasco ha chiuso in crescita dell’1,87%, la seconda dell’1,38%. Martedì scorso, all’indomani delle nozze con la Lombarda l’istituto aveva perso il 2,73% per recuperare lo 0,10% mercoledì. A sua volta Banca Lombarda martedì aveva lasciato sul terreno il 5,75% e mercoledì lo 0,35%. Intanto i sindacati hanno preso di mira l’annuncio di circa 1.300 esuberi, chiedendo l’apertura di un confronto tra le parti. Dal punto di vista finanziario «l’operazione è positiva», ha dichiarato Giovanni Caleppio, coordinatore Fabi del gruppo Banca Lombarda-Bpu. «Due le caratteristiche in controtendenza: una spa che si trasforma in popolare e un concetto di democrazia economica che garantirà tutti i soci. Rifiutiamo, però il concetto di esuberi e anzi, nella migliore tradizione delle popolari, rivendichiamo maggiore occupazione per meglio presidiare i territori delle banche».