Etica, valore aggiunto per le piccole imprese

Etica, valore aggiunto (e strategico) per le piccole e medie imprese: è l’auspicio realistico, anche se non ancora una convinzione generalmente acquisita, su cui si sono confrontati ieri consulenti, operatori della comunicazione e docenti, fra cui Francesco Perrini, Marco Piervenanzi, Toni Muzi Falconi, Giampaolo Rossi, Roberto Zangrandi e Giorgio Sola, nel corso del dibattito organizzato da «Chiappe Revello» in collaborazione con la Federazione relazioni pubbliche. L’incontro, introdotto da Rossana Revello, si inserisce nell’ambito delle iniziative, inaugurate lo scorso anno, di sensibilizzazione del mondo delle imprese sui comportamenti socialmente responsabili nella vita dell’azienda. Un tema questo particolarmente caro a Aldo Chiappe, pioniere delle relazioni pubbliche, scomparso due anni fa, cui fra l’altro è intitolato il riconoscimento alle due migliori tesi di laurea dedicate al rispetto dell’etica nella pratica professionale (premiati quest’anno Luca Briasco e Roberta Conte). Ha concluso il professor Sola: «Indispensabile coniugare l’etica della responsabilità e l’etica dei valori. Un obiettivo, comunque, che non vale solo per le imprese».