Etna, trovato morto il fotografo disperso

Trovato il cadavere del
fotografo tedesco 32enne Thomas Reichart, di
Stoccarda, scomparso sabato pomeriggio. Era nella Valle del
Bove: individuato in corrispondenza dei camini
lavici. Potrebbe esser scivolato sul ghiaccio

Catania - E' stato trovato il cadavere del fotografo tedesco 32enne Thomas Reichart, originario di Stoccarda, scomparso sabato pomeriggio. Era nella Valle del Bove, sull’Etna, a circa 2700 metri, nella zona degli Ornitos. Il suo corpo è stato individuato in corrispondenza dei camini lavici, dove sarebbe finito, si presume, dopo essere scivolato su una lastra di ghiaccio.

Il ritrovamento del cadavere Per ore, dall’alba, si era cercato anche nelle grotte di scorrimento lavico e nelle vecchie bocche effusive della Valle del Bove. Alle squadre di ricerca di superficie, composte da personale del Corpo nazionale Soccorso alpino e speleologico del Cai, della Guardia di finanza e del Corpo Forestale, si erano aggiunte squadre di speleologi del Cai. L’allarme era stato lanciato da un ricercatore dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Catania, Boris Bhencke, che ha ricevuto dall’amico l’sms con il testo "Help, Thomas", e dal gestore del Rifugio Sapienza da dove il tedesco si era messo in marcia per fotografare come altre volte l’eruzione dell’Etna.