Etruria Marathon, le auto d’epoca sfilano di notte

Un gruppo di amici appassionati di macchine d’epoca ha voluto far rivivere le sensazioni di una gara affascinante nel centro Italia. Da qui l’idea dell’Etruria Marathon, un viaggio attraverso i suggestivi paesaggi e le mitiche strade di Lazio, Umbria e Toscana per rinnovare le emozioni e l’avventura delle corse anni Cinquanta a bordo di «vecchie signore» a quattro ruote.
La partenza avverrà in piazza del Plebiscito a Viterbo l’11 luglio intorno alle 16. Poi per tutta la notte i concorrenti affronteranno un percorso molto selettivo e impegnativo (420 chilometri) con trenta prove speciali e un controllo orario al minuto: attraverseranno tutta la Tuscia lungo la strada consolare Cassia, taglieranno una delle fette più belle dell’Umbria da Terni a Orvieto (con transito nella suggestiva piazza Duomo) e della Toscana, prima di rientrare sul lago di Bracciano. Inevitabile, sulla via del ritorno, un passaggio nella capitale e pit stop notturno davanti a San Pietro in via della Conciliazione. Dopo dodici ore, l’arrivo a Viterbo. Sabato 12 luglio i primi 30 classificati si contenderanno la vittoria in due prove di spareggio. Disputare la gara con modelli di automobili che hanno più «primavere», sarà incentivo base dei coefficienti di trasformazione delle penalità acquisite da ogni equipaggio durante le prove.
Tra i partecipanti anche il presidente onorario della Viterbo Corse Massimo Natili, un passato da pilota professionista (gareggiò in F1 all’inizio degli anni ’60 e alla 24 ore di Le Mans) e un presente da grande appassionato di auto d’epoca.