Euro 2012, ultima chiamata per l'ItaliaPrandelli: "Dipende tutto da noi"

Gli azzurri devono battere l'Irlanda e sperare che tra Spagna e Croazia ci sia una partita vera, senza "biscotti". Balotelli fuori, in attacco Cassano e Di Natale. Il ct azzurro inserisce Barzagli, Abate e Balzaretti in una difesa a quattro completata da Chiellini. A centrocampo De Rossi, Pirlo, Marchisio e Thiago Motta

Gli occhi degli italiani incollati sui televisori per seguire Italia-Irlanda, l'ultima sfida del girone C, in contemporanea con Croazia-Spagna. Gli azzurri si giocano l'accesso ai quarti di finale, l'obiettivo minimo per l'undici di Prandelli. Contro i verdi allenati da Trapattoni bisogna vincere a tutti i costi, ma potrebbe non bastare: da giorni, infatti, aleggia l'incubo del "biscotto", l'accordo sottobanco tra iberici e croati per finire in parità con tante reti (almeno 2-2) ed eliminarci dal torneo giocando sulla differenza reti. Proprio come accadde nel 2004 (tra Danimarca e Svezia finì 2-2 e la nostra vittoria 2-1 sulla Bulgaria fu vana). Stasera l'Italia si gioca molto di più della qualificazione ai quarti di finale degli europei: in ballo c'è anche il progetto azzurro per i mondiali in Brasile nel 2014.

La formazione dell'Italia

Balotelli fuori, in attacco Cassano e Di Natale. Il ct azzurro inserisce Barzagli, Abate e Balzaretti in una difesa a quattro completata da Chiellini. A centrocampo De Rossi, Pirlo, Marchisio e Thiago Motta

Prandelli: dipende tutto da noi

"Sono molto sereno. Abbiamo coraggio e carattere", ha detto Prandelli in un'intervista a Rai Sport. "Il Trap ci conosce già troppo bene perché io gli dia altri vantaggi, mi fa piacere che Xavi abbia elogiato l’Italia, in effetti noi vorremmo andare avanti giocando a calcio, l’idea è sempre quella di costruire gioco". Prandelli si sofferma poi sul clima che c'è tra gli azzurri: "La tensione? Nessun problema certo, si fanno tante partite prima... Ogni tanto servirebbe un po' di ironia. E invece qualche volta veniamo criticati addirittura prima d’aver pensato una cosa ma i colpi li so assorbire, anche perché la squadra ha carettare".

Petrucci è ottimista

Il presidente del Coni, Gianni Petrucci, non vuol sentir parlare di biscotto: "Penso al risultato del campo. Sono due nazioni che vogliono vincere, pensiamo in positivo, sono nazioni serie. Con la Spagna abbiamo rapporti straordinari a livello di calcio e di comitato olimpico. Abbiamo una forte nazionale, anche l’Irlanda è una buona squadra ma qualche problema lo ha, io ragiono in positivo e sono ottimista. Battere l’Irlanda non è impossibile, siamo il calcio italiano".

Commenti

Cinghiale

Lun, 18/06/2012 - 15:48

DeRossi a centrocampo solo ora? Capisco coprire la difesa contro la Spagna, con la Croazia si doveva già giocare così. Mi sa che il ns CT ha pestato.

Cinghiale

Lun, 18/06/2012 - 15:48

DeRossi a centrocampo solo ora? Capisco coprire la difesa contro la Spagna, con la Croazia si doveva già giocare così. Mi sa che il ns CT ha pestato.

gbsirio_1962

Lun, 18/06/2012 - 16:55

..più che da noi...secondo me dipenderà dall'Irlanda !!!! prevedo "un bel pareggione"

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Lun, 18/06/2012 - 17:01

Se non siamo capaci di vincere, che stiamo a parlare a fare del biscotto. Una banana e via che si torna a casa

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Lun, 18/06/2012 - 17:01

Se non siamo capaci di vincere, che stiamo a parlare a fare del biscotto. Una banana e via che si torna a casa

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 18/06/2012 - 17:26

Anche se dovrebbero farcela , dico sempre che Prandelli non vale un fico secco. Non so se e questo ma credo ancora abbiamo la politica dei raccomandati in Italia. Dipende da noi ? Chiaramente ma datosi che non e capace di mettere insieme una squadra divincenti se ne vadi con o senza vincere il titolo.C é da dire che noi non ci dobbiamo affidare al c--lo che hanno i tedeschi.

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 18/06/2012 - 17:26

Anche se dovrebbero farcela , dico sempre che Prandelli non vale un fico secco. Non so se e questo ma credo ancora abbiamo la politica dei raccomandati in Italia. Dipende da noi ? Chiaramente ma datosi che non e capace di mettere insieme una squadra divincenti se ne vadi con o senza vincere il titolo.C é da dire che noi non ci dobbiamo affidare al c--lo che hanno i tedeschi.

zagor

Lun, 18/06/2012 - 17:41

Forza Ragazzi che se questa sera vincete da domani la nostra Economia ricomincerà a migliorare lo Spread comincerà a scendere perchè ad ascoltare certi"specialisti" del pallone o dell'economia in certi programmi radiotelevisivi sembra proprio che accadrà questo e allora mi metto anche io pur avendo le tasche vuote e sperando nel domani a tifare OHIBO'.....ITALIA!!!!

zagor

Lun, 18/06/2012 - 17:41

Forza Ragazzi che se questa sera vincete da domani la nostra Economia ricomincerà a migliorare lo Spread comincerà a scendere perchè ad ascoltare certi"specialisti" del pallone o dell'economia in certi programmi radiotelevisivi sembra proprio che accadrà questo e allora mi metto anche io pur avendo le tasche vuote e sperando nel domani a tifare OHIBO'.....ITALIA!!!!

Mario-64

Lun, 18/06/2012 - 19:27

Dobbiamo passare a tutti i costi ,se non altro perche' in semifinale incontreremmo la Germania ,eliminarla per la quarta volta sarebbe una libidine indescrivibile!!!!

Mario-64

Lun, 18/06/2012 - 19:27

Dobbiamo passare a tutti i costi ,se non altro perche' in semifinale incontreremmo la Germania ,eliminarla per la quarta volta sarebbe una libidine indescrivibile!!!!

ilducanero

Lun, 18/06/2012 - 20:45

mi dispiace ma stasera laNazionale farà le valigie e domani a casa,siamo qui un gruppo di personecon lo spumante pronto appena finita la partita ,ci auguriamo che sia la più grande disfatta per il calcio ,fuori come quando c'era Lippi ,alla faccia del re George e del Montimer ,almeno la finiranno di rompere con il dovere della Nazione . fuori Italia ......................................... che goduria....................speriamo. un'italiano all'estero

ilducanero

Lun, 18/06/2012 - 20:45

mi dispiace ma stasera laNazionale farà le valigie e domani a casa,siamo qui un gruppo di personecon lo spumante pronto appena finita la partita ,ci auguriamo che sia la più grande disfatta per il calcio ,fuori come quando c'era Lippi ,alla faccia del re George e del Montimer ,almeno la finiranno di rompere con il dovere della Nazione . fuori Italia ......................................... che goduria....................speriamo. un'italiano all'estero