Euro-fiocco rosa per la Ronzulli

Fiocco rosa al Parlamento europeo. I primi mesi li aveva scaramanticamente passati in incognito, a raccontare a colleghi e amici che non la vedevano più toccare un goccio di vino che aveva la gastrite. E invece l’eurodeputata del Pdl-Ppe Licia Ronzulli era semplicemente in dolce attesa, finita ieri alle 14.17 quando all’ospedale Mangiagalli di Milano è finalmente arrivata Vittoria. Accolta dal papà Renato Cerioli e dai familiari, ma festeggiata anche a Strasburgo con tanto di fiocco rosa attaccato sulla targa dell’Europarlamento (nella foto). Due chili tondi tondi, Vittoria ha così tanti capelli neri che gli amici l’hanno già iniziata a chiamare «la mora».