Eurofly (Meridiana) migliora i conti ma è sempre in perdita

La compagnia charter e linea ancora in rosso per 18,5 milioni. Il ritorno all'utile previsto per il 2010

Migliorano (ma restano negativi) i conti di Eurofly, la compagnia aerea di cui Meridiana detiene il 61% del capitale. Il bilancio dellesercizio 2008 si è chiuso con ricavi in crescita del 14,7% a quota 368,37 milioni di euro, mentre la perdita netta si è ridotta a 18,49 milioni, contro i precedenti 22,28 milioni. Il margine operativo lordo, negativo per 6,44 milioni di euro, è cresciuto del 56,1%. Positiva la posizione finanziaria netta, passata da un indebitamento di 17 milioni ad un attivo di 5,57 milioni.
Eurofly è specializzata in voli di charter e di linea per località «leisure» e possiede una flotta composta da quattro Airbus 330 (per il lungo raggio) e da otto Airbus 320 (per il breve e medio raggio). Il piano industriale messo a punto dall'amministratore delegato Gianni Rossi (che riveste la stessa carica in Meridiana) prevede il ritorno all'utile nel 2010 e, al momento, gli obiettivi parziali appaiono in linea con le previsioni. Eurofly è l'unica compagnia aerea quotata in Borsa: ieri ha perso il 10%, a 0,092 euro. Era stata quotata a 6 euro nel dicembre 2005.