Eurolat-Cirio, no a processo unico

Cassazione

Il processo al Tribunale di Parma sul caso Eurolat e quello a Roma sul crac della Cirio rimarranno separati. Lo ha stabilito la procura generale presso la Corte di Cassazione, chiamata a pronunciarsi sull'istanza di unificazione fatta dagli avvocati di Cesare Geronzi, presidente di Capitalia, coinvolto in ambedue i procedimenti. Nel corso di alcuni interrogatori, l’ex patron del gruppo Parmalat, Calisto Tanzi, aveva spiegato che l’acquisto di Eurolat era stato di fatto imposto da Geronzi a un prezzo troppo elevato, soprattutto in ragione del fatto che la società presentava una forte esposizione debitoria. La procura generale, secondo quanto hanno riferito fonti legali a il Sole 24 ore Radiocor, ha deciso che i due processi rimarranno separati, ognuno per quanto di sua competenza, in merito alle presunte irregolarità della vendita di Eurolat dalla Cirio alla Parmalat.