Euronext perde terreno

La prospettiva di ulteriori rialzi nei tassi da parte della Fed ha ancora pesato sul mercato di New York, che tuttavia ieri ha beneficiato dei dati sulla costruzione di nuove case nel mese di maggio, aumentate del 5%; questo dato è riuscito a far recuperare qualche frazione ai tre indici principali. Resistono i titoli energetici, nonostante le oscillazioni dei prezzi del greggio; incerti i titoli immobiliari, mentre si sono rafforzati gli energetici, con Exxon e Halliburton in netto vantaggio. Giornata negativa per Trident (meno 13%), per una valutazione negativa sul valore del titolo; nei tecnologici pesanti anche Sandisk, che arretra di circa il 2%. In Europa di nuovo in tensione i titoli minerari, con AngloAmerican che a Londra balza del 4,6% e Bhp Billiton del 3,4%. A Parigi nuovo recupero di Eads (più 5%) dopo le flessioni dei giorni scorsi, mentre gli approcci per una fusione di Deutsche Börse con Euronext hanno penalizzato quest’ultima che cede intorno all’1 per cento.