Europa amara: Palermo primo ko

Palermo. Il Palermo dà ragione al Financial Times che vede la sua presenza in testa al campionato italiano come un segno di debolezza. Dopo tre vittorie in coppa Uefa lascia, infatti, il successo al Newcastle che sta in fondo alla classifica del campionato inglese e, in Italia, non aveva mai vinto. Palermo di riserva, ma pure il Newcastle con una faccia rinnovata, Emre a rinverdire ricordi italiani e un portierino, l’olandese Krul, niente male per togliere tutte le illusioni alla squadra di Guidolin. Palermo sprecone, ma anche ingenuo nel subire il gol: dopo 36 minuti del primo tempo gli inglesi hanno sfruttato una serie di distrazioni dei difensori avversari. Cassani ha lasciato spazio a Milner, filato via sulla sinistra, cross pennellato per la testa dello spagnolo Luque che ha sfruttato la dormita di Pisano e Barzagli. Il Palermo ha cercato di innescare la vena di Caracciolo, ma errori propri e bravura della difesa avversaria sono stati l’ostacolo più serio. Dopo tre minuti Brienza s’è visto respingere da Moore un tiro a porta vuota e la sfida ha preso faccia stregata. Palermo più convincente nella ripresa ma Krul è stato un muro davanti alle conclusioni di Caracciolo, Tedesco e Biava. Nel gruppo H Newcastle con 6 punti, Palermo con 3 (Celta-Eintracht 1-1).