Europa, le Borse bruciano 161 miliardi

Giornata nera in tutte le piazze del Vecchio Continente, a picco l'indice Dj Stoxx 600. Pessimo risultato per Londra che chiude cedendo il 3%. Milano perde "soltanto" l'1,6%

Milano - Seduta fortemente negativa per tutte le Borse europee, che hanno bruciato, con riferimento all’indice Dj Stoxx 600, un controvalore totale di 161 miliardi di euro di capitalizzazione. Tra tutte le piazze del Vecchio Continente, particolarmente debole Londra, che ha ceduto quasi il 3%. Il nuovo record battuto dal petrolio a quota 129 dollari al barile, i dati peggiori delle attese dell’indice di fiducia degli investitori tedeschi (Zew) e la partenza in deciso calo di Wall Street hanno trascinato al ribasso Piazza Affari e le principali Borse europee. Al termine delle contrattazioni il listino milanese ha visto il Mibtel perdere l’1,6% a 25.502 punti e lo S&P/Mib l’1,59% a 33.118 punti. Gli scambi non sono stati particolarmente intensi: sono passate di mano più di un miliardo di azioni, a fronte di un controvalore di circa 4,7 miliardi di euro.