Europei del 2020 in tredici paesi. Si giocherà anche a Roma

Tra sei anni Europei di calcio itineranti. A Roma tre gare della fase a gironi e un quarto di finale

Gli Europei di calcio del 2020 si giocheranno in 13 diverse città del continente. Sarà, per così dire, un torneo itinerante. L’annuncio è arrivato oggi dall’Esecutivo Uefa riunito a Ginevra. Si giocherà anche a Roma: la Capitale, infatti, è fra le dodici città che si è aggiudicata il pacchetto standard, comprensivo di tre gare della fase a gironi e di una gara della fase a eliminazione diretta. In particolare a Roma si disputerà uno dei quarti di finale. Tra le altre città selezionate per i quarti ci sono Monaco di Baviera (Germania), Baku (Azerbaijan) e San Pietroburgo (Russia). Il pacchetto per le semifinali e la finale, invece, è andato a Londra. Gli ottavi si giocheranno a Glasgow (Scozia), Amsterdam (Olanda), Bilbao (Spagna), Bruxelles (Belgio), Bucarest (Romania), Budapest (Ungheria, Copenhagen (Danimarca), Dublino (Irlanda): ciascuna di queste città ospiterà anche tre partite dei gironi.


 

 

Commenti
Ritratto di cangrande17

cangrande17

Ven, 19/09/2014 - 14:49

BAKU! Con tutto il rispetto per questa bella città, non ho mai capito l'interpretazione del concetto di Europa da parte dell'UEFA. Che c'entra l'Azerbaijan? Fosse per me non parteciperebbero agli europei neanche Turchia, Russia, Ucraina, Israele, Georgia. Avrei qualche perplessità anche sulle Repubbliche baltiche e sulla Bielorussia...