Eurostar bloccato per 8 ore Risarcimento da 800 euro

Prima prova sul campo per la "class action". L'Adoc raggiunge un accordo con Trenitalia per il risarcimento ai passeggeri del Lecce-Roma rimasto fermo il 15 dicembre

Roma - Risarcimento da 800 euro per ogni passeggero dell'Eurostar Lecce-Roma rimasto fermo per 8 ore lo scorso 15 dicembre. L’Adoc, riferisce una nota dell’associazione consumatori, "ha firmato oggi a mezzogiorno l’accordo con Trenitalia e le associazioni dei consumatori, in cui viene riconosciuto un risarcimento di 800 euro più il rimborso del biglietto per ogni passeggero rimasto bloccato sull’Eurostar 9354 da Lecce a Roma del 15 dicembre scorso. Per l’Adoc l’accordo segna una svolta storica per il movimento dei consumatori italiani - commenta Carlo Pileri, presidente dell’Adoc - si riconosce per la prima volta il diritto al risarcimento per danni causati da un ritardo di un servizio di trasporto. L’importante accordo, firmato grazie ad un cambio di strategia di Trenitalia, cambio da noi sempre auspicato, costituisce una prima prova di class action, che anticipa l’effettiva entrata in vigore della recente norma approvata in parlamento. Infatti si è giunti ad una soluzione condivisa in sede sostanzialmente conciliativa paritetica. Fermo restando l’auspicio che nel settore dei trasporti ferroviari e in tutti gli altri, le aziende di gestione facciano di tutto per evitare disservizi e ritardi. È certamente un atto coraggioso innovativo quello delle Ferrovie, che hanno trovato insieme a noi una forma di indennizzo per chi è stato coinvolto, suo malgrado, nel grave ritardo registrato dall’Eurostar".