Eutanasia, scontro sul corpo di Welby

Il dramma di Piergiorgio Welby sta diventando una «volgare strumentalizzazione politica». Il giorno dopo le veglie in solidarietà del sessantenne malato di distrofia che da mesi chiede di morire per porre fine alle sue sofferenze, il dibattito politico si accende e per l’opposizione è Gianfranco Fini a chiedere chiarezza sull’argomento dell’eutanasia. Nella maggioranza, però, le posizioni sono spesso contrastanti. C’è chi invita a «salvaguardare il libero arbitrio e la volontà di Welby», come i Comunisti Italiani e chi si dissocia da questa linea come i cattolici della Margherita. Il ministro della Sanità Livia Turco per ora annuncia un disegno di legge delega.