Evasi 18 milioni C’è pure un attore

Materia imponibile non dichiarata per circa 18,6 milioni, constatazione di Iva evasa pari a quasi 2,8 milioni, oltre otto persone denunciate per aver superato le soglie di punibilità stabilite dalla legge penale tributaria. È il resoconto provvisorio dell’attività di polizia tributaria - eseguita dai reparti dipendenti dalla Guardia di Finanza -, in tutta la provincia di Roma. Le fiamme gialle hanno effettuato 59 verifiche fiscali, di cui 36 a Roma, che hanno riguardato quasi tutte le categorie professionali e undici artisti, per lo più del mondo del cinema, della musica e dello spettacolo. Sono emersi anche 15 «evasori totali». Tra i casi più eclatanti, quelli di un attore e di un medico odontoiatra sottoposti a controllo da parte dei finanzieri del Nucleo Polizia Tributaria della Capitale. Il primo, residente a Canale Monterano, aveva dimenticato di presentare la dichiarazione annuale, dopo avere movimentato somme sul conto corrente per 4,5 milioni.