Evasione da 250 milioni scoperta dalla Finanza

Evasione fiscale per 250 milioni di euro scoperta dalla Guardia di finanza. Nove persone denunciate per reati tributari e scoperto. Coinvolte società cooperative, tutte con sede nella capitale, che operavano sul territorio nazionale. «L’indagine è stata eseguita mediante un’analisi dei bilanci - spiega la Finanza - di 13 cooperative operanti nel settore del trasporto merci e dei servizi di facchinaggio, contesti imprenditoriali in cui la società capofila detiene l’obbligazione commerciale principale, mentre la cooperativa ne costituisce il ramo operativo. Le cooperative venivano utilizzate dalla società consortile per giustificare una serie di artifizi contabili finalizzati ad alterare i bilanci e a produrre un indebito beneficio fiscale a proprio favore, un sistema puramente strumentale per evadere il fisco». La Gdf ha accertato la mancanza dei diritti di partecipazione alla fase decisionale della cooperativa da parte dei soci-lavoratori e la mancanza di garanzie contributive e previdenziali previste, che consentivano lo spostamento senza controllo di 400 persone da una cooperativa all’altra.