Evasione fiscale, Napolitano: "Un dato clamoroso che preoccupa"

Il capo dello Stato risponde così alle domande dei giornalisti che gli chiedono un commento
su un’inchiesta pubblicata oggi dal "Wall Street Journal", che denuncia come "una tradizione
italiana" il fenomeno dell’evasione fiscale

Vienna - «Un dato clamoroso, un dato noto che preoccupa». Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, risponde così alle domande dei giornalisti che gli chiedono un commento su un’inchiesta pubblicata oggi dal "Wall Street Journal", che denuncia come "una tradizione italiana" il fenomeno dell’evasione fiscale. Napolitano, incontrando i giornalisti all’ambasciata italiana a Vienna, ha ricordato che di questo problema hanno parlato sia il Governatore della Banca d’Italia che il presidente di Confindustria, oltre allo stesso ministro dell’Economia: «I termini che sono stati usati sia dal governatore Draghi, che ha fatto una classificazione di contribuenti fiscalmente onesti e non - ha detto Napolitano - sia i termini usati da Montezemolo che con accenti perfino drammatici ha parlato di fenomeno intollerabile, sono condivisibili».

Il Capo dello Stato, riferendosi in particolare alle parole usate dal numero uno di Confindustria, ha sottolineato che il fenomeno dell’evasione «preoccupa molto il sistema imprenditoriale, in particolare perchè l’evasione diventa una forma di competizione scorretta tra imprese».