Ex alunni devastano la scuola

Scritte contro bidelli e prof I ragazzini erano stati allontanati dalla media Vinci

Gli allievi non le hanno nemmeno viste. E nemmeno i carabinieri. «Gli studenti non dovevano notarle: se volevamo garantire il regolare svolgimento delle lezioni e riportare la situazione alla normalità eravamo obbligati a cancellarle prima che i ragazzi arrivassero a scuola» ha spiegato, schieratissimo, lunedì mattina, tutto il corpo docenti della scuola media Alessandrini- Da Vinci e della scuola elementare del secondo circolo di via Bramante di Cesano Boscone ai militari della compagnia di Corsico. Che adesso non hanno immagini da allegare al fascicolo processuale di quelle frasi infamanti, contro gli insegnanti e la bidella e una serie di simboli fallici a far loro da contorno a imbrattare i muri degli istituti scolastici, ma hanno raggiunto comunque il risultato più importante: trovare e denunciare a piede libero i 4 furbetti 14enni che quei muri avevano imbrattato tra il pomeriggio di sabato e quello di domenica.
I furbetti sono finiti in caserma e i genitori, che per fortuna non sono di quelli che (...)