Ex assessore accoltellato in Kenya

Accoltellato durante una rapina davanti al cancello della sua casa per le vacanze in Kenya e salvato dal custode che ha immediatamente avvertito i soccorsi: è stato operato in un ospedale keniota - dove è rimasto tre giorni prima di essere dimesso - e ora sta bene, Aldo Grasso, 55 anni, ex assessore alla Cultura del Comune di Cogoleto, che domenica sera era arrivato nel paese africano per passare un periodo di relax nella sua casa di Malindi, a poche centinaia di metri dal residence di Flavio Briatore.
Dopo aver suonato al custode per farsi aprire, Grasso, che era stato l’ultima volta in Kenya tre anni fa, è stato avvicinato da alcuni uomini, forse attirati dai bagagli che l’ uomo aveva con sé, e colpito in una parte del torace non lontana dal cuore.
A soccorrerlo e a consentire che l’emorragia venisse fermata in tempo è stato proprio il custode che gli aveva aperto il cancello, insospettito dal mancato arrivo del padrone di casa. Grasso dovrebbe rientrare in Italia nel giro di qualche giorno. La polizia locale avrebbe già individuato gli aggressori. Tra le località a nord di Mombasa, Malindi assieme alla vicina Watamu rappresenta uno dei luoghi più ambiti dal turismo internazionale, con numerissimi turisti italiani che vengono anche ad acquistare casa. Per Malindi ci sono voli interni da Nairobi e Mombasa, ma anche voli diretti dalle pricipali città europee. Tuttavia nelle guide turistiche - e certamente anche l’ex assessore di Cogoleto ne è a conoscenza - è spiegato che a Malindi nel passato si sono avuti episodi di micro criminalità anche grave. Anche se la situazione sembra migliorata, è bene ricordare che le strade secondarie, poco illuminate di notte possono essere teatro di aggressioni e rapine a mano armata, ed è quindi sconsigliabile indossare oggetti preziosi ed avere in vista attrezzature fotografiche e telecamere che sono i primi obiettivi degli eventuali ladri.