Ex dipendente Ferrania lancia la sua sfida alla «rossa» Altare

da Altare

Sfida a due nella «città del vetro», Altare, comune di 2.185 abitanti della Val Bormida. Flavio Genta, 61 anni, perito e pensionato della Ferrania, indipendente dai partiti, lancia la contesa per la carica di primo cittadino al sindaco uscente Olga Beltrame, Ds, insegnante in pensione di 68 anni.
Flavio Genta si presenta con una lista civica di centro destra: «Alternativa Concreta»; per il rinnovo del consiglio comunale altarese ecco la rosa di candidati: Idalda Brondi, Linda Siri, Giancarlo Castiglia, Barbara Benedetto, Stefania Marini, Elisa Maggi, Luca Panelli, Lorenzo Toscani, Alessandra Pansera, Marino Umidio, Sergio Pozzi Conto, Jessica Verdino. Soddisfazione, sicurezza e tutela del cittadino, gestione del bilancio comunale sulle reali priorità del paese individuando obiettivi concreti per evitare sprechi e dispersioni di risorse, infine una consultazione continua degli abitanti: sono le linee guida del programma di Genta. «Confrontandoci ogni giorno tra noi concittadini, il pensiero comune è che i buoni risultati siano misurabili solo attraverso la soddisfazione dei bisogni e delle attese del cittadino stesso, e questo oggi ad Altare non sta accadendo».
Una sfida difficile, anche se non impossibile. Contro c’è Beltrame, sindaco uscente, con la sua lista «Alte Vie per Altare 2007»: Alex Arresta, Bruno Bernardi, Davide Berruti, Angelo Billia, Roberto Briano, Elisa Calzaghe, Sabrina De Biasi, Giuseppe Donvito, Mirco Policarpo, Chiara Rebellino, Fabio Riva e l'ex avversario, ora della Margherita, Massimiliano Giugurta. «Dall'equilibrio fra le diversità, nasce un programma che punta allo sviluppo di Altare, a un'attenta pianificazione del territorio, alla valorizzazione del patrimonio urbano ed umano, al soddisfacimento dei bisogni degli altaresi», sottolinea Olga Beltrame.