Ex dj italiana uccisa a Lisbona: è giallo

Un'italiana di 39 anni, Maria
Drisolina Ciraudo, 39 anni, residente a
Surbo (lecce), è stata trovata morta nella capitale portoghese con una
grave ferita al collo. Nella casa della vittima non
sarebbero stati trovati segni di effrazione o di furto. Ex dj, viveva a Lisbona da 6 anni<br />

Lecce - Era nativa di Campobasso e residente a Surbo (Lecce) la donna trovata morta, forse uccisa, in un appartamento di Lisbona, in Portogallo, e il cui cadavere è stato trovato ieri con ferite al collo. Maria Drisolina Ciraudo, 39 anni, viveva con i familiari nel paesino del Salento. Ex disk jockey, da sei anni si era trasferita in Portogallo, dove lavorava in una profumeria. Figlia di un ex maresciallo dei carabinieri in pensione, Maria Drisolina Ciraudo aveva iniziato l'attività come dj in una radio del Brindisino, con il nome d'arte di 'Marilina'. I familiari - la sorella Antonella, il fratello Domenico e la madre Grazia - sono stati ascoltati in mattinata nella questura di Lecce. Le loro dichiarazioni saranno trasmesse all'Interpool. L'ultima volta la donna era scesa nel Salento per le festività dello scorso Natale.

La prima esperienza negli anni '90 a 'Ciccio Riccio'ò, emittente radiofonica brindisina, dove diventa dj 'Marilina'. Tra le sue esperienze lavorative anche alcune collaborazioni giornalistiche con quotidiani. Sulla carta d'identità risulta come giornalista. La decisione di trasferirsi a Lisbona sei anni fa, dopo un viaggio nella capitale portoghese. Qui ha lavorato prima come commessa nel duty-free dell'aeroporto portoghese, poi di recente era stata assunta a tempo indeterminato come commessa in una profumeria. La casa dove l'hanno trovata uccisa l'aveva acquistata da poco, accedendo un mutuo.

"Bionda, allegra, piena di vita e di voglia di fare. Una bella giovane donna a che non passava certo inosservata": così la descrivono quanti la conoscevano e quanti avevano lavorato con lei. Nell'ultima telefonata fatta alla madre, domenica scorsa, era apparsa serena come sempre non lasciando intendere nessun tipo di preoccupazione.

Il corpo senza vita è stato trovato giovedì nell' appartamento che la donna aveva comprato da poche settimane a rua das Madres, nel quartiere popolare di Madragoa. Ma la notizia è stata diffusa solo ieri sera. "Tutto porta a credere che la donna sia stata uccisa, in quanto le indagini sono a carico della polizia giudiziaria" scrive oggi il Journal de Noticias. Il corpo, ora trasferito all'Istituto di Medicina Legale di Lisbona, riportava ferite al collo. Nell'appartamento non sono stati rilevati segni di scasso o di violenza, e non sembra esserci stato furto. "Si ritiene che l'autore del crimine possa essere stato un conoscente della donna italiana, che viveva in Portogallo già da diversi anni" ipotizza Journal de Noticias. Prima di trasferirsi, quindici giorni fa nella sua nuova casa, la donna aveva abitato nel Bairro Alto, nel cuore di Lisbona.