Ex finanziere patteggia 2 anni

Minacciava di effettuare verifiche fiscali nelle aziende e per evitare i controlli si faceva pagare 3mila euro. Lo scorso maggio 2004, un militare della Guardia di finanza era finito in manette al terzo tentativo di estorcere denaro a un imprenditore. E ieri l’uomo, accusato di concussione, ha patteggiato davanti al giudice Luca Pistorelli, una condanna a due anni di reclusione con la condizionale. A fare scattare le manette ai polsi del finanziere era stata la sua terza vittima che si era rivolta alle forze dell'ordine. L’uomo era stato messo sotto controllo e i detective gli avevano piazzato delle cimici nell'auto. Durante una consegna del denaro l’ex militare era stato arrestato e aveva trascorso sei mesi in carcere. Il patteggiamento è stato ottenuto anche grazie al fatto che l’imputato aveva restituito i soldi alle vittime.

Annunci

Altri articoli