Ex ministro propone il suicidio assistito

L’ex ministro britannico della Sanità, Patricia Hewitt sta facendo pressioni sul governo di Londra affinché approvi un emendamento che permetterebbe ai malati terminali di recarsi all’estero per ricorrere al suicidio assistito e ai loro parenti di accompagnarli senza essere perseguiti legalmente una volta rientrati in patria. La Hewitt ha dichiarato alla «Bbc» di essere preoccupata del fatto che oltre 700 britannici facciano parte dell’associazione svizzera Dignitas per il suicidio assistito e che in futuro possano decidere di morire in questo modo.