«È un ex Pci ma per i media è san Walter»

da Roma

«È già scattata la beatificazione di san Walter Veltroni. Prima sui quotidiani dei gruppi forti, ora anche sulle televisioni. Abbiamo così appreso con commozione che Veltroni vanta le sue radici in zone di cattolicesimo e non nel vecchio e grande Partito comunista italiano, nel quale ha autorevolmente militato per decine di anni». Lo afferma in una nota il portavoce di Silvio Berlusconi Paolo Bonaiuti.
«Ma Walter equivale a Romano, è il vecchio che torna in una coalizione dominata, oggi come domani, dallo strapotere della sinistra estrema - conclude Bonaiuti -. Con i risultati che gli italiani hanno sotto gli occhi: buste paga taglieggiate, commercianti e artigiani tartassati, imprenditori alle corde, sicurezza dei cittadini ai minimi».
Sostanzialmente d’accordo con Bonaiuti, il vicecoordinatore di Forza Italia, Fabrizio Cicchitto, definisce la designazione di Veltroni alla leadership del futuro Partito democratico come un «bluff mediatico». «È un tentativo insieme disperato e di difficile realizzazione», ha spiegato Cicchitto intervenendo al congresso del Nuovo Psi. «Il bluff mediatico costituito da Veltroni - ha detto ancora Cicchitto - verrà messo allo scoperto non appena egli dovrà misurarsi con le devastanti contraddizioni della sua coalizione». Il centrosinistra, secondo il vicecoordinatore di Forza Italia, «oggi è su posizioni massimaliste, giustizialiste e demagogiche». E «tutto ciò - conclude Cicchitto - verrà accentuato da Veltroni, pupillo di De Benedetti, da sempre legato a posizioni giustizialiste».