Exor investe nell’«Economist»

Il gruppo Exor investe, via Lussemburgo, nell’«Economist». «Con effetto 12 febbraio 2009, Ifil Investissements ha acquistato 50mila azioni ordinarie di The Economist Newspapers per un controvalore di 1,1 milioni di euro, rappresentante una quota dello 0,2%», si legge nel bilancio 2008 di Exor , nuova denominazione di Ifil Investissements, consultato da Radiocor. La quota simbolica nell’«Economist» va a incrementare la presenza della galassia Exor-Fiat nel settore stampa che sul versante estero comprende una partecipazione in «Le Monde». The Economist Newspapers è la capogruppo dell’Economist Group, che pubblica il prestigioso settimanale britannico. Principale azionista, con il 50% è il Financial Times, mentre il restante 50% è suddiviso tra i dipendenti e alcune grandi famiglie britanniche, tra cui i Cadbury, i Rothschild (che siedono anche nel consiglio d’amministrazione) e gli Schroder.