Exploit Rudisha record negli 800 m.

Cade un record che ha fatto storia per 13 anni: quello degli 800 metri maschili. Sulla pista di Berlino, che l’anno scorso ospitò i mondiali, il keniano David Lekuta Rudisha, 21enne di Kilgoris della tribù Masai, ex 400centista, è entrato nel guinness: ha vinto gli 800 in 1’41“09, che migliora di 2 soli centesimi il primato di Wilson Kipketer, splendido keniano naturalizzato danese, che il 24 agosto del 1997, a Colonia, lo lasciò in eredità all’atletica.
Partito dalla corsia 7, per 500 m. Rudisha ha avuto come lepre il connazionale Sammy Tangui (ai 400 in 48"65). Poi è partita una straordinaria progressione, ritmo che ha scatenato il pubblico . Il keniano negli ultimi 20 m. ha dovuto mollare, sfinito, ma è riuscito a limare il record. Ai Mondiali, Rudisha fu eliminato in semifinale.
Un sorriso anche per Caster Semenya vincitrice degli 800 m. donne. L’anno scorso la sudafricana vinse il mondiale sulla stessa pista, ma poi fu travolta dallo scandalo sulsuo sesso. La Semenya dopo lungo stop (11 mesi), ha vinto in 1’59“90: miglior tempo nelle 3 gare finora disputate. Terza Elisa Cusma ( 2’00“44). Gibilisco ha vinto il salto con l’asta(m.5,71), Di Martino 2ª nell’alto (m.1,97 come la vincitrice Friedrich. L’azzurra Lamera 8ª: 1,85). L’azzurra Alessia Trost argento(m.1,86) nell’alto ai Giochi olimpici giovanili.