Expo 2012, primo passo per lanciare Milano

Approvata in consiglio la mozione di Forza Italia

L’Expo 2012 a Milano. A chiederlo è il consiglio comunale che ha approvato ieri con trentaquattro sì e dodici astenuti un documento presentato da Fabrizio De Pasquale (Forza Italia), che chiede al sindaco e alla giunta di «predisporre tutti gli atti necessari per la candidatura di Milano» a sede della manifestazione tematica in programma tra sei anni.
«Ovviamente - ha spiegato De Pasquale - questa mozione impegna anche il prossimo sindaco e la prossima giunta ad attivarsi in vista di questo importante obiettivo. Roma ha avuto il giubileo, Genova è stata capitale della cultura due anni fa e Torino ha ricevuto 600 milioni di euro per l’organizzazione delle Olimpiadi. Anche Milano ha bisogno di grandi investimenti che possono arrivare solo attraverso grandi eventi». «Oltretutto nel 2012 - ha concluso il consigliere comunale di Forza Italia - Milano potrà mostrare al mondo la sua nuova immagine con la fiera più grande d’Europa e nuovi quartieri disegnati da grandi architetti. L’Expo sarebbe allora l’occasione giusta per rilanciare nel mondo la nuova immagine internazionale della città».
Nei cento progetti già presentati dal candidato sindaco della Cdl, Letizia Moratti, alla città c’è proprio quello di candidare Milano a ospitare lo svolgimento di grandi eventi internazionali e la sede prestigiosa di enti e organismi internazionali. E tra le grandi manifestazioni ne sono citate in particolare due: le Olimpiadi e, appunto, l’Expo.
Il testo chiede che per l’Expo 2012 la giunta interessi «tutte le forze vive della città nel raggiungimento di questo ambizioso obiettivo», «promuovendo presso la società civile e le istituzioni nazionali e regionali il massimo coinvolgimento».