Expo 2015, Milano se la vedrà con Smirne

Sono le due città in lizza: dovranno ottenere i voti del Bie

Giannino della Frattina

Milano e Smirne si contenderanno il diritto di ospitare l’Expo Universale del 2015. Le due città sono state formalmente candidate dai rispettivi governi a rappresentare l’Italia e la Turchia quali sedi della prestigiosa manifestazione. Il termine per la presentazione delle candidature presso la sede del Bureau International des Expositions a Parigi è scaduto e ora comincia ora la campagna di Milano in Italia e all’estero per conquistare la maggioranza dei voti necessari ad ottenere, nei primi mesi del 2008, la designazione ufficiale del Bie. I Paesi votanti nell’Assemblea Generale del Bie sono novantotto. Expo sul tema: «Feeding the Planet, Energy for Life». La scienza per la sicurezza e la qualità alimentare, l’innovazione nella filiera alimentare, la tecnologia per l’agricoltura e la biodiversità, l’educazione alimentare, la solidarietà e la cooperazione alimentare, sono alcuni dei temi che l’Expo di Milano 2015 si propone di affrontare. «Inizia una grande sfida - dice il Sindaco Moratti - per l’Italia e la città di Milano, che intendono portare in tutto il mondo un messaggio di sviluppo e cooperazione attorno a uno dei temi fondamentali del nuovo millennio, come testimoniato dal recente rapporto annuale della FAO sulla crisi alimentare che investe oltre 850 milioni di persone in tutto il mondo. L’Italia e Milano intendono aprire un grande dibattito sul tema dell’alimentazione sicura, sufficiente e di qualità per tutti i popoli. Sono certa che le nostre proposte per l’Expo incontreranno un consenso ampio e che sarà una sfida avvincente con la nostra concorrente Smirne per aggiudicarci la manifestazione».