Notte sulle arie dell'opera fra Cardo e Decumano

Giovedì 17 settembre concerti delle arie più famose della tradizione italiana in diverse location di Expo. L'iniziata organizzata da Sistema Brescia per la quarta Giornata del protagonismo. All'albero della Vita si ascolta un tenore "live". Prima assoluta del progetto "Il gusto dell’Opera"

Notte dell’Opera Italiana, giovedì 17 settembre a Expo Milano 2015: una giornata che anticipa la Festa dell'Opera, uno dei progetti più innovativi realizzati della Fondazione del Teatro Grande di Brescia, che sabato 19 settembre invaderà la città di Brescia con musica e canti di una tradizione a cui il nostro Paese è legato da secoli.

Patria di Arturo Benedetto Michelangeli, terra di cultura e musica con il Festival Pianistico Internazionale e la Festa della Musica, Brescia trasformerà Expo in una grande sala concerti all'aperto accompagnando e coinvolgendo il pubblico: Cardo, Decumano, Padiglione Italia, Padiglione Unione Europea e altre location d'eccezione sono a sorpresa invase da arie e melodie della tradizione operistica italiana e da alcune prime assolute, voci e strumenti sparsi per le "vie" dell'Esposizione Universale. Concerti, alcuni annunciati alcuni improvvisi e inaspettati, che andranno avanti fino alle 22.30.

Padiglione Italia sarà coinvolto con un concerto dedicato a Mozart, Rossini, Donizetti e con un recital verdiano di grande suggestione, in un susseguirsi d’arie d’opera selezionate tra le più celebri del repertorio; lungo il Decumano un omaggio a Puccini attraverso i suoi capolavori e la presentazione in Expo in prima assoluta del progetto Il gusto dell’Opera, quattro arie d’opera per voci e pianoforte composte da compositori contemporanei, che si sono cimentati nella riscrittura di quattro celebri arie che toccano il tema del cibo e del vino. Le nuove composizioni sono tratte dalla Cenerentola di Rossini (Sia qualunque delle figlie), dal Don Giovanni (Don Giovanni cenar teco), da Tosca (La povera mia cena fu interrotta) e dal Macbeth (Si colmi il calice); il programma si completa con due spettacolari momenti sull’Albero della Vita, in cui per la prima volta si ascolterà ad Expo un tenore cantare dal vivo due delle più rappresentative arie dell’opera italiana: E lucean le stelle dalla Tosca e Nessun Dorma dalla Turandot di Puccini. L'iniziativa è organizzata in occasione della quarta giornata di protagonismo organizzata da Sistema Brescia, che riunisce istituzioni, imprese e realtà culturali del territorio.