Expo, entro il 2014 la metro rossa arriverà fino a Monza

Entro Expo la metro rossa arriverà fino a Monza. È stato firmato l’accordo per il prolungamento della linea uno fino a Bettole, a cavallo tra Monza e Cinisello Balsamo. Un percorso di 1,8 km, pronto entro il marzo del 2014. Grazie al potenziamento della linea, si calcola un alleggerimento del traffico in ingresso a Milano di circa 14mila auto al giorno. A tanto infatti ammonta, in base alle stime, il numero dei passeggeri che utilizzerà la metropolitana per raggiungere il capoluogo. «E poi dicono che non facciamo nulla per l’ambiente» ironizza il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni, facendo riferimento all’avviso di garanzia ricevuto la scorsa settimana per inquinamento dell’aria.
«Questo prolungamento - sottolinea il sindaco Letizia Moratti - è un’ulteriore dimostrazione della volontà di offrire ai cittadini percorsi di mobilità più facili e del nostro impegno per migliorare la qualità dell’aria».
Il timore del Comune di Monza e di quelli limitrofi è che la fermata di Bettole resti un semplice capolinea della linea rossa. «Se così fosse - spiega il sindaco monzese Marco Mariani - la città verrebbe attraversata da molte più auto rispetto ad oggi. Auto che confluirebbero nel parcheggio di interscambio in corrispondenza della metropolitana». In realtà, dopo il 2014 i lavori proseguiranno: è già in programma la costruzione di una nuova fermata a Rondò dei Pini, nel cuore del nuovo centro delle istituzioni e degli affari monzesi. «Abbiamo atteso questo giorno da una decina di anni» aggiunge Giorgio Oldrini, sindaco di Sesto San Giovanni. Entro la fine del 2009 si partirà con le procedure di gara per l’acquisto del nuovo materiale rotabile, quindi nel febbraio 2010 si procederà alla pubblicazione del bando per l’assegnazione dell’opera e, nel settembre 2010, alla consegna dei lavori all’azienda che si aggiudicherà la costruzione dell’infrastruttura. Il costo dell’opera, compresi i treni, supera i 205 milioni di euro, ripartiti tra Regione, Comune di Milano, Provincia e Comuni dell’area interessata.
«Stiamo portando la metropolitana sempre più fuori da Milano» spiega l’assessore lombardo alle Infrastrutture Raffaele Cattaneo. «Così la Grande Milano - puntualizza l’assessore provinciale Giovanni De Nicola - sarà più vicina alla città». In effetti, oltre al prolungamento fino a Monza, si contano altri interventi: la nuova fermata di Rho Pero, il prolungamento della linea 2 da Famagosta ad Assago, che sarà concluso nel 2010. E poi ancora, il prolungamento fino a Vimercate. Per la linea 3 sono previsti i prolungamenti fino alla Comasina da un lato e fino a Paullo dall’altro. Per quanto riguarda la metro 4 e la 5 «due settimane fa - spiega Cattaneo - è stato superato brillantemente il passaggio nevralgico del Cipe che ha approvato una serie di progetti che avvieranno in Lombardia investimenti pari a 6 miliardi di euro». Infine, è in via di conclusione la definizione della tranvia della Brianza per la linea Milano-Desio-Seregno.