Expo, Formigoni: "Ora avanti". Moratti: "Vince l'evento, non io"

Dopo il sì dei
proprietari delle aree il
governatore della Lombardia dichiara
che adesso si tratta di continuare a lavorare: "Credo
che la strada sia aperta. Nessun problema martedì al Bie&quot;. Il sindaco: &quot;Grande risultato per l'esposizione&quot;<br />

Milano - In occasione della visita a Palazzo Lombardia - dove è iniziato il trasloco degli uffici regionali - il presidente della Regione ha commentato positivamente l'ok dei privati alla proposta per il comodato d’uso deii terreni di Expo 2015.

"Andare avanti" Secondo Formigoni ora bisogna continuare a lavorare per garantire al meglio la riuscita dell’intero evento: "Non ho ancora potuto leggere il contenuto delle lettere dei privati - ha detto il governatore lombardo - ho sentito però che c’era l’assenso pieno da parte del commissario e quindi credo che la strada sia aperta, si tratta di continuare a lavorare". In vista dell’appuntamento al Bie martedì prossimo, Formigoni ha infine ribadito che "il problema dei terreni era un problema importante, ma solo uno dei tanti aspetti di Expo".

Polemica con Cantoni "Ognuno ha le sue idee, a volte giuste, a volte sbagliate". Il presidente della Regione ha commentato così le parole del presidente di Fondazione Fiera Gianpiero Cantoni che ieri, dopo aver accettato la proposta del comodato per le aree di Expo, aveva detto che la Newco non è stata valutata perchè le offerte economiche avrebbero potuto penalizzare la Fondazione.

"Vittoria di Expo" "Il percorso che abbiamo fatto è sempre stato contraddistinto dal gioco di squadra. E' una scelta che ci porterà ad avere un lascito importante per la città, che sarà davvero un’eredità che lascerà in segno a Milano". Lo ha detto oggi a palazzo Marino il sindaco Letizia Moratti commentando il via libera dai proprietari delle aree del sito di Expo al comodato d’uso. E ha concluso sottolineando: "Il sì dei privati è un risultato per Expo, non per me. Ci presentiamo al Bie con un risultato certamente positivo".