Expo, fumata bianca sulle aree: arriva il via libera dei privati

Via libera con applausi alla messa a disposizione incondizionata delle aree dell’Expo da parte dei proprietari. Fondazione Fiera e gruppo Cabassi hanno detto sì alla cessione con decorrenza immediata e sino al diciottesimo mese dopo la fine dell’Expo. A questo punto il supercommissario Letizia Moratti potrà presentarsi con le carte in regola a parigi, per la riunione del Bie che deciderà la definitiva registrazione della candidatura di Milano all’Expo 2015. «La soluzione ideale per tutti» commenta Gianpiero Cantoni, presidente della Fondazione Fiera.
Le decisioni definitive sul futuro del sito Expo saranno formalizzate in futuro, con un Piano di intervento integrato che determinerà quali «attrezzature e servizi di interesse pubblico o generale» saranno realizzati sul sito dell’Expo e che sarà deciso dopo la stesura del progetto esecutivo per il sito dell’esposizione universale. Oggi previsto un nuovo incontro tra Letizia Moratti e il governatore , che fino all’ultimo si è opposto alla soluzione del comodato.