Agosto gratis all'Expo per chi ha pensione o il reddito minimo

Iniziativa per i pensionati ma non solo con meno di 10mila euro all'anno. Per ottenere il biglietto occorre avere o richiedere il codice Pin dell'Inps e le Ferrovie affrono il 50% di sconto sui biglietti di Frecce e Intecity

Expo, Inps ed Fs: alleanza a tre per offrire l’opportunità di visitare l’Esposizione Universale anche a chi ha una pensione o un reddito minimo: platea di 2 milioni di pesone con un tetto massimo di 10mila euro all’anno.

L'accordo per l’iniziativa Agosto all’Expo è stato sottoscritto dal presidente dell’Inps Tito Boeri, dall'amministratore delegato di di Fs Michele Mario Elia e dal commissario di Expo, Giuseppe Sala. Per tutto il mese i beneficiari potranno entrare gratis in Expo e acquistare con il 50% di sconto l'eventuale biglietto ferroviario per raggiungere il sito espositivo utilizzando le Frecce o l'Intercity.

“Insieme a Inps e Ferrovie dello Stato – ha spiegato Sala – abbiamo pensato di avviare questa iniziativa, con l’obiettivo di dare anche a chi è in difficoltà la possibilità di vivere un'esperienza piacevole e positiva”. Per beneficiare dell'iniziativa è necessario possedere o chiedere il codice Pin che l'Inps rilascia online e le richieste possono essere inoltrate a partire da mercoledì 15 luglio. Il presidente Boeri ha precisato, inoltre, che coloro che non sono ancora in possesso del codice Pin possono farne richiesta, non solo per avere la possibilità di partecipare all'iniziativa legata all’Esposizione Universale, ma anche per ottenere una comunicazione più rapida con l'ente previdenziale. Così l’istituto di previdenza conta di "allargare la platea delle persone che si registrano per ottenere il Pin". Il codice è necessario infatti anche per acquistare i biglietti ferroviari scontati, sia tramite internet, sia tramite il call center Trenitalia, sia agli sportelli delle stazioni ferroviarie utilizzando la referenza del codice Pin.

"Ad oggi - ha aggiunto Sala - registriamo buoni numeri sugli ingressi e soprattutto il gradimento dei visitatori, che ha raggiunto 8,4 su 10 punti secondo i giudizi raccolti da Gfk. Tra le critiche - aggiunge - quella sul costo dei biglietti è la principale, per questo il nostro compito è fare in modo che più italiani possibile possano visitare Expo". Quanto al mese di luglio, secondo Sala, il caldo finora non è stato un ostacolo per i visitatori e l’Esposizione, che riesce a gestire "fino a 250 mila persone al giorno". "Ci stiamo preparando per i picchi di ingressi previsti a settembre e ottobre - aggiunge il commissario - quando il fattore climatico sarà più favorevole, le scuole avranno riaperto e riprenderanno le visite, e in generale ci sarà più interesse alla visita, come avvenuto in tutte le Expo, perché la manifestazione entra nella sua fase finale".

"Il Frecciarossa 1000 sta andando benissimo", ha detto l’ad Elia. Il supertreno è entrato in servizio con Expo e "ha raggiunto l'80% di load factor" (riempimento, ndr). In linea con le stime invece "le vendite di biglietti ferroviari". A chi gli chiede numeri precisi Elia replica che "dei 20 milioni di passeggeri attesi, il 30% viaggerà in treno".