Expo, sabato notte di festa: musei e mostre aperte

Per festeggiare l’Expo 2015, e la Fiera Miart che s’inaugura
venerdì, sabato la città apre mostre e musei fino a
mezzanotte, e costella alcuni spazi espositivi con opere finora relegate nei magazzini delle collezioni civiche

Per festeggiare l’Expo 2015, e omaggiare la Fiera Miart che s’inaugura venerdì a Milano, sabato la città apre mostre e musei fino a mezzanotte, e costella alcuni dei suoi spazi espositivi con alcune opere finora relegate nei magazzini delle collezioni civiche.
Rievocando il titolo del romanzo di Celine, l’assessorato alla Cultura ha battezzato la serata di sabato prossimo «Expo Adarte. Viaggio al termine della notte». Una notte che permetterà l’ingresso a mostre e musei a prezzi ridotti e, in alcuni casi, persino gratuitamente. Ma la vera novità della serata - che sarà anche l’occasione per iniziare i festeggiamenti per l’Expo previsti per il giorno dopo - sarà l’esposizione di alcune grandi opere, come «La femme nu» di Picasso. «Una specie di azione futuristica» come l’ha definita l’assessore Sgarbi, che riporterà alla luce in alcuni dei luoghi più significativi della città i pezzi più pregiati delle collezioni civiche: dal bronzo «Linea e forza di una bottiglia» di Boccioni, al «Ritratto di Paul Guillaume» di Modigliani, dalla «Natura morta con palla» di Morandi, ai dipinti di Klee, Mondrian, Carrà e Kandinsky.
Basterà una passeggiata tra l’Acquario Civico, il Pac di via Palestro, palazzo della Ragione, palazzo Reale, la rotonda della Besana e i musei archeologico, di storia contemporanea e di storia naturale, per riscoprire alcuni dei tesori segreti delle collezioni civiche.
«Sabato sarà una festa di letizia per Letizia - ha affermato Vittorio Sgarbi - per festeggiare con l’arte l’Expo vinto e per far sì che le nostre mostre e i nostri musei siano di supporto a chi verrà a visitare Milano per le gallerie di Miart».