Una prima da Expo tra vip, starlette (poche) e cinque capi di Stato

Attesi anche 3 ministri del nostro governo e 19 stranieri La Moratti vestirà Armani

«Credo che in pochi anni la Scala sarà quello che era una volta», dice Lella Curiel la regina dei sarti-stilisti della prima e che questa sera vestirà Giustina Destro, Elsa Monti, Marta Brivio, Tiziana Maiolo, Rosa Alberoni e diverse altre. Anni fa le signore si rivolgevano a lei già a settembre per scegliere stoffe e linee. Poi ogni cosa è cambiata, l'amore per la serata-evento del Piermarini era andato scemando. «Ma sta cambiando tutto grazie a Lissner - continua - che ha portato a Milano quell'orgoglio che solo i francesi hanno. Straordinario il sindaco che per il dopo Scala ha aperto le porte di Palazzo Marino ai milanesi e non solo ai personaggi di ruolo». E' la Scala dell'Expo, insomma. Già. Ne è fermamente convinta Gabriella Dompè che vestirà un abito di Lorenzo Riva rosa e nero in pizzo di Lione e gioielli antichi di famiglia. «Ora Milano è davvero capitale europea - incalza la moglie del farmaceutico Sergio Dompè - ci sono capi di Stato, ministri e delegazioni dell'Expo. Bisogna capire che la prima non è un festival, non è il Grande Fratello, non sono certo le starlette a dare valore alla festa di Milano». Non un caso quindi, che oggi, diversi industriali incontrino Madame Maria Lucie Morin, vice ministro canadese e capo delegazione dell'Expo e che sarà stasera alla Scala. E se sulle presenze si fanno le scommesse (cinque capi di Stato, oltre a Napolitano quelli di Germania, Austria, Grecia e Quatar, 19 ministri stranieri, 3 italiani - Rutelli, Pollastrini, Di Castro - sindaci di varie città tra cui Betlemme e Atene) s'è pure aperto il toto abito. Di certo Il sindaco Letizia Moratti indosserà un abito lungo, nero, in velluto e seta, con ricamo a fiore in Swarovski, mono spallina in vernice e giacchino nero della collezione Giorgio Armani. Anche Antonella Camerana sarà in Armani: giacca vintage beige con ricami neri di paillettes e pantalone nero. Sabrina Colle (attrice e compagna di Vittorio Sgarbi) e Ralitza Baleva, ex modella e attrice bulgara, ora sposata con John Balzarini (ex marito di Fiona Sworovsky) hanno scelto abiti di Blumarine. Sabrina indosserà un abito a bustier lungo verde smeraldo impreziosito da jais neri, leggermente a sirena, con una cappa in pelliccia per l'arrivo e con una cappa di seta per la serata. Ralitza Baleva un abito lungo color oro. L'attrice Eliana Miglio (lungo rosso ricamato) e Marta Marzotto (kimono chiffon fantasia) saranno vestire da Roberto Cavalli. Renato Balestra vestirà come sempre Marinella Di Capua. Ma c'è pure chi alla Scala non ci va. «Non è il tempo della Scala. Non è il momento degli abiti da sera, di mettere in mostra lustrini e paillettes - è convinta Daniela Santanchè - troppe famiglie stanno soffrendo. La qualità della vita sta scendendo sempre più in basso. Non mi sentirei in sintonia con l'Italia».