Extracomunitari, lavoro garantito

Una dura critica al progetto di inserimento lavorativo degli extracomunitari della Provincia di Genova promosso dalla Regione Liguria è stata fatta ieri dai consiglieri regionali di Alleanza Nazionale e Forza Italia, Gianni Plinio e Matteo Rosso. Plinio ha criticato in particolare l’importo del finanziamento di 200mila euro definendolo «scandaloso per la Liguria, regione con forti problemi occupazionali». An ha chiesto inoltre di conoscere i criteri con cui vengono selezionati i giovani, che riceveranno 300 euro al mese fino a un massimo di 8 mesi. Anche Forza Italia ha chiesto le ragioni «di costi così elevati e ha chiesto se al progetto possano accedere anche stranieri non in regola con il permesso di soggiorno». L’assessore alle politiche occupazionali e all’immigrazione, Giovanni Vesco, ha replicato che l’iniziativa, avviata dai centri per l’impiego, è rivolta a giovani da 16 a 25 anni, specie minori, in situazioni familiari difficili. Ha spiegato poi che i giovani «in possesso di regolare permesso di soggiorno possono essere segnalati da enti, comunità di immigrati, associazioni volontariato, servizi sociali». Altre critiche alla politica regionale, questa volta in materia di traffico, sono arrivate da Gabriele Saldo e Gino Garibaldi (Forza Italia): «Non è possibile - hanno detto - che il nodo genovese si blocchi ogni qual volta i Tir non possono scaricare i containers per le avverse condizioni meteorologiche. Vesco ha riconosciuto la difficile situazione in cui si trova la viabilità genovese senza però offrire soluzioni concrete al problema».