ExxonMobil utili record a 36 miliardi

da Milano

Il 2005 è un anno storico per la ExxonMobil, ma la prima compagnia petrolifera al mondo sposa il profilo basso per festeggiare utili record per 36,13 miliardi di dollari, cifra mai raggiunta dalle corporation Usa. La ragione della scelta è tutta nel crescente malumore dell'opinione pubblica e del mondo politico nei confronti dei profitti delle grandi major gonfiati dalle quotazioni del greggio mentre le famiglie americane devono fare i conti con l'aumento della bolletta energetica. Tre mesi fa, in occasione di utili trimestrali record di 9,9 miliardi, il Senato ha promosso audizioni dei vertici delle prime cinque compagnie petrolifere attive negli Usa per far luce sul settore. Ma la società rileva che nel 2004 ha versato nelle casse federali 11,8 miliardi di tasse su 8,2 miliardi di utili generati dalle attività negli Usa. Gli utili del quarto trimestre, intanto volano a 10,7 miliardi portando a 36,13 miliardi (+43% sul 2004) il totale del 2005 (il record precedente erano i 26,3 miliardi del 1998 di MediaOne Group), il fatturato si attesta a 371 miliardi, più del prodotto interno lordo di Paesi come Svezia, Taiwan e Indonesia.